Messina, riqualificazione “Parco Belfiore”: la denuncia di Morabito (V Circ.)

Comune di Messina Palazzo ZancaLa riqualificazione del lungomare del Ringo e’ stata voluta fortemente dal Consiglio della V Circoscrizione. La realizzazione del Parco Belfiore non serviva soltanto a soddisfare l’esigenza di un quartiere di fruire di uno spazio pubblico a verde attrezzato, ma doveva costituire il punto di partenza per ripensare a far nascere l’affaccio a mare della citta’. A distanza di pochi anni il Water Front e’ rimasto un sogno ed il Parco Belfiore rischia di divenire l’ennesimo simbolo della pubblica incuria“. Ad affermarlo è Santino Morabito, presidente della V Circoscrizione del Comune di Messina.

Consapevole delle difficolta’ della P.A. nel garantire la manutenzione e la cura del verde pubblico – continua Morabito -, questo Consiglio Circoscrizionale si e’ adoperato, sin dal suo insediamento, per favorire la costruzione di un tessuto comunitario che promuovesse la cura del verde da parte di soggetti privati attraverso progetti di adozione di piccole aree sul territorio circoscrizionale“.

Nel quadro di questa iniziativa la V Circoscrizione il 10 gennaio u.s. ha depositato presso il Dipartimento Arredo Urbano tre progetti di affidamento ad associazioni che hanno manifestato la volonta’ di garantire la manutenzione ordinaria nelle aiuole del Parco Belfiore. A distanza di mesi le istanze attendono ancora la firma del dirigente. Nel frattempo il Parco Belfiore sprofonda nel lerciume e nell’abbandono“.

L’Assessorato all’Ambiente ed Arredo Urbano deve assicurare la chiusura della procedura amministrativa affinche’ le aree possano essere immediatamente affidate ai privati che hanno fatto richiesta. Sarebbe bello – conclude Morabito -, con la Pasqua che giunge, celebrare anche la Resurrezione del Parco Belfiore“.