Messina (IDV): va avanti la petizione dell’IDV contro la discarica alla Battaglina

discarica alla BattaglinaNon ha ancora un punto la vicenda che tiene appesi oltre ventimila cittadini che riguarda la discarica della Battaglina il cui atto di sospensione dei lavori scadrà il prossimo 7 maggio. Una data che noi di Italia dei Valori abbiamo segnato sul calendario e che, considerata l’impellenza, rimandiamo all’attenzione delle istituzioni regionali e locali. Quello che ci preme sottolineare è che siamo contro questa pratica “velata” che elimina i rifiuti dalla strada per bruciarli e poi farli respirare ai cittadini, siamo contro le discariche ed una politica che manca di programmazione. Sappia la Regione che è una battaglia che noi di Italia dei Valori sosterremo fino all’ultimo nella speranza che possa risolversi, almeno una volta, tenendo conto dell’interesse vitale dei cittadini, della loro salute e dell’ambiente. Non possiamo perdere troppo tempo e dobbiamo impedire che mostri ecologici trovino ancora spazio sul nostro territorio, che dobbiamo difendere e che deve essere risparmiato da ulteriori violenze. Vogliono la nuova Terra dei Fuochi, la Calabria dei veleni che di veleni ne ha già tanti piuttosto che aumentarne la vivibilità. E’ la “solita” storia di una politica che nasconde la polvere e la cenere sotto i tappeti e della sua incapacità di puntare verso scelte ecologiche per il futuro. Con un vincolo idrogeologico a monte ed un rischio così alto, con quale scrupolo di coscienza si può pensare di costruire una discarica?” E’ quanto si legge in una nota di Ignazio Messina, segretario nazionale dell’IdV che ha presentato anche una petizione al Parlamento Europeo per bloccare lo scempio ambientale della discarica alla Battaglina.