Messina: i 32 vigili urbani dell’ultimo concorso “ancora nel limbo 7 mesi dopo la delibera del Consiglio Comunale”

vigili_urbaniSe non li si vuole assumere che lo si dica una volta per tutte, ma non si continui più a prendere del tempo su una questione che, pur essendo giuridicamente legittima e opportunamente necessaria, continua ad essere avvolta in un “assordante” silenzio dell’Amministrazione!

E’ questo il pensiero convinto del consigliere comunale Libero Gioveni che riprende l’annosa vicenda dei 32 agenti concorsisti della Polizia Municipale, soprattutto in un periodo che dovrebbe e potrebbe essere quello più idoneo per giustificarne il loro impiego.

Gioveni ricorda che il Consiglio Comunale il 1 ottobre 2013 votò all’unanimità un’importante delibera di indirizzo con la quale chiese alla giunta Accorinti di riassumere per 24 mesi, attraverso l’impiego dei fondi ecopass e i proventi dell’art. 208 del codice della strada, i 20 agenti vincitori dell’ultimo concorso che avevano già prestato servizio per 1 anno, unitamente ai 12 agenti idonei in graduatoria.

Da ben 7 mesi, quindi, l’Amministrazione non solo non ha dato esecuzione alla delibera, ma non si è neanche espressa sulla volontà o meno di voler impiegare queste preziose unità, che spesso si ritrovano a fare una mortificante spola con Palazzo Zanca nel vano tentativo di avere notizie al riguardo.

Il consigliere stigmatizza, quindi, l’atteggiamento di totale indifferenza da parte di Palazzo Zanca non solo nei confronti di questi ragazzi lasciati ancora nel “limbo”, ma anche rispetto alla situazione di conclamata emergenza in termini di viabilità cittadina sulla quale, quindi, non sembra si voglia porre rimedio rafforzando numericamente il Corpo!

La dimostrazione dell’inspiegabile (e certamente inaccettabile) apatia che tuttora accompagna l’Amministrazione in tutta questa vicenda è anche dimostrata dal fatto che l’esponente Udc aveva presentato il 13 dicembre scorso persino una interrogazione a risposta scritta per chiedere ulteriori chiarimenti di natura giuridica sulla loro possibile assunzione a seguito della CIRCOLARE emessa il 21 novembre 2013 dal Dipartimento nazionale della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, interpretativa del decreto legge 31 agosto 2013 n. 101 convertito dalla Legge 30 ottobre 2013 n. 125, ma anche in quella occasione e nei 4 mesi a seguire il silenzio e l’indifferenza presero il sopravvento!

Tra l’altro sarebbe certamente questo – evidenzia il consigliere comunale – il periodo più indicato (come avviene in tutte le città italiane) per giustificare l’impiego di queste 32 unità, visto che a breve il già decimato Corpo dei vigili sarà ulteriormente ridotto a motivo delle ferie che il personale dovrà sfogare e che per giunta interesserà i mesi più impegnativi per i tanti eventi ferragostani in programma e per il grande esodo di autovetture da e per il continente!

Gioveni, infine, nell’auspicare un primo e decisivo intervento del Sindaco Accorinti sulla questione visto che finora non si è ancora pronunciato, ricorda che l’attuale graduatoria ha validità solo per tutto il 2014, quindi ulteriori rinvii  non potranno che rivelarsi deleteri per il buon esito di questa ennesima “telenovela” messinese!