Messina, Gioveni: “gran Camposanto: a quando la riapertura dell’Avello 5000 chiuso ormai da ben 7 mesi?”

gioveniCon la presente, il sottoscritto Libero Gioveni, consigliere comunale, in riferimento all’annosa problematica in oggetto e facendo seguito altresì ad una precedente interrogazione del 16 gennaio scorso, intende significarLe quanto segue:

Sono trascorsi esattamente 7 mesi dall’inevitabile ma deleteria chiusura disposta dall’ASP dell’edificio denominato “Avello 5000″ al Gran Camposanto per la presenza di liquidi organici e disfunzioni varie (ascensore guasto, lapidi rotte ecc.) e ancora oggi, purtroppo, nonostante i ripetuti solleciti del sottoscritto e degli ormai rassegnati cittadini fruitori della struttura, nonché il susseguirsi di dibattiti e audizioni nella competente Commissione consiliare, i cancelli sono inesorabilmente sbarrati!”

La mancata riapertura del “5000″ che continua a PENALIZZARE pesantemente i parenti dei defunti che si sentono letteralmente “scippati” del diritto di andare a deporre un fiore ai loro cari, rasenta davvero l’inverosimile, soprattutto perché – continua Gioveni – all’inizio dei lavori non ci si aspettava di certo un tempo di attesa così lungo; tuttavia, se da un lato è stato oltremodo necessario chiudere un edificio che con le sue condizioni interne da “terzo mondo” ha di certo oltraggiato la memoria dei defunti, dall’altro la sua prolungata chiusura (sospesa soltanto durante la commemorazione del 2 novembre) non può più essere tollerata, e la rabbia e l’estrema indignazione dei cittadini ne sono una piena dimostrazione!”

“Tali sentimenti – conclude Gioveni -non possono che accrescere maggiormente in quei periodi dell’anno particolarmente sentiti, come questo attuale per le ricorrenze pasquali, dove tra l’altro risulta più facile che fra i visitatori vi siano anche persone non più residenti a Messina e che quindi trovino la sgradita sorpresa dell’ingresso inibito! “

Pertanto, in virtù di quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale
I N T E R R O G A il sig. Assessore in indirizzo al fine di conoscere, con carattere d’urgenza, i tempi previsti per l’ultimazione degli interventi all’Avello 5000.
C H I E D E altresì, che nell’ormai giunto periodo delle festività pasquali si possano sospendere i lavori
(così come avvenuto durante la commemorazione dei defunti), dando così la possibilità a tutti gli utenti di visitare i propri cari sepolti nel grande edificio cimiteriale.