Lamezia Terme (CZ): spaccio di cocaina, 4 arresti

Cadaveri coniugi in casa a Roma, ipotesi omicidio-suicidioUn’operazione della polizia e’ in corso a Lamezia Terme per l’esecuzione di un provvedimento cautelare in carcere emesso dal gip nei confronti di quattro persone ritenute responsabili di numerosi episodi di spaccio di cocaina. L’operazione degli investigatori del Commissariato di Lamezia Terme rappresenta l’approfondimento dei dati emersi nell’ ambito dell’inchiesta Strike del novembre 2013 che aveva svelato il coinvolgimento di molti giovanissimi nell’attivita’ di spaccio al minuto nella zona del quartiere Sambiase. Gli arrestati sono ritenuti i capi dell’organizzazione, che aveva ramificazioni operative a Milano e a Roma. Seguendo i movimenti di denaro su una postepay intestata a terzi, ma di fatto in possesso di uno dei presunti capi del gruppo, Gino Da Ponte, detenuto da novembre, gli investigatori ritengono di aver ricostruito le modalita’ di gestione dello spaccio, i cui proventi dovevano essere versati settimanalmente sulla carta dai referenti territoriali. Tra i clienti del gruppo anche alcuni facoltosi imprenditori. Nel corso dell’operazione, cui partecipano uomini del Commissariato di Lamezia Terme, della Questura di Roma e del Reparto Prevenzione Crimine Calabria di Vibo Valentia, sono stati trovati 25 grammi di cocaina pura e 65 grammi di canapa indiana, 3.630 euro in contanti e materiale ritenuto utile per il prosieguo delle indagini.