Lamezia Terme (CZ): imprenditore pagava operai per 4-5 ore e li faceva lavorare per 7-8 ore. Arrestato.

Controlli della Guardia di Finanza a Cosenza.Ricattando i propri lavoratori di licenziamento, li costringeva a lavorare per 7-8 ore al giorno, a fronte di un contratto part-time, che prevedeva la retribuzione per sole 4 o 5 ore giornaliere. L’imprenditore sul quale pendono queste accuse è Beniamino Scalzo, 50enne residente a Conflenti (CZ), ma domiciliato a San Mazzeo; Scalzo è stato arrestato dalla Guardia di Finanza, comandata dal tenente colonnello Fabio Bianco, che ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari, Carlo Fontanazza, su richiesta del sostituto Procuratore, Santo Melidona che ha coordinato le indagini. Il 50enne era stato segnalato alla Procura sulla base di una dettagliata informazione di notizia di reato redatta dalle Fiamme Gialle lametine, ed era già indagato per il reato di estorsione continuata in danno di 12 dipendenti.

Dopo l’interrogatorio a cui è stato sottoposto l’indagato, e nel corso del quale si è avvalso della facoltà di non rispondere, il magistrato ha confermato la misura degli arresti domiciliari.