La comunità di Sant’Anna di Seminara (RC) riparte dai riti pasquali per arrivare al cambiamento umano e spirituale

10154064_10202227020382275_900963228776527411_nÈ dalla Pasqua che Sant’Anna vuole ripartire. La piccola cittadina sceglie di ripartire dalla propria parrocchia, usa la via della fede per arrivare al cambiamento. Dopo la dipartita del compianto sac. Michele Bagala’, si sono succeduti anni in cui forte è stato il peso di assestamento. Da qualche mese, a capo della parrocchia vi è il sac. Cosimo Ciano, che, insieme a don Antonio Lamanna, ha riaperto le porte della chiesa soprattutto ai giovani, che oggi sono tornati a sentirsi protagonisti nella loro comunità e specialmente parte viva di essa. Per molti, questo rappresenta la normalità; ma per Sant’Anna è stato il ritorno di un’armonia da troppo tempo lontana. La quaresima, oltre ai riti religiosi, ha visto la pia pratica della via crucis organizzata per le vie cittadine e curata dal neo gruppo giovani di azione cattolica; la settimana Santa ha visto di nuovo rivivere le tradizioni della lavanda dei piedi agli apostoli, della distribuzione del pane benedetto, della cura della liturgia da troppo tempo “lasciata al caso” . La parrocchia non è un circolo ricreativo, ma è l’essenzialita’ della vita cittadina, soprattutto in quei piccoli centri urbani come Sant’Anna, in cui la vita della Chiesa incarna il paese stesso.

Questo slideshow richiede JavaScript.