Immigrati, Fondazione Moressa: nel 2013 crollo delle rimesse -1,3 mld

imagesNel 2013 si e’ registrato il valore piu’ basso degli ultimi sei anni delel rimesse inviate all’estero dagli stranieri residenti in Italia, sia per quanto riguarda l’ammontare complessivo, sia per l’incidenza percentuale sul Pil. Rispetto al 2012 le rimesse hanno subito una contrazione del 19,5%, pari a 1,3 miliardi di euro in meno, mentre l’incidenza percentuale sul Pil e’ diminuita dallo 0,44% allo 0,35%. lo rileva uno studio pubblicato dalal Fondazione Leone Moressa la quale, in una nota, sottolinea che ”in termini macro economici, le rimesse dei migranti costituiscono un importante fattore di sviluppo e di cooperazione internazionale, in quanto possono contribuire alla crescita delle economie piu’ arretrate e hanno un impatto molto piu’ immediato di altre iniziative, considerato il fatto che arrivano direttamente nelle mani delle famiglie che vivono in uno stato di bisogno”. In tale contesto, dallo studio emerge come rapportando il volume delle rimesse con la popolazione straniera residente, si osserva che mediamente nel 2013 ciascun cittadino straniero ha inviato in patria 1.254 Euro, in netto calo (-25,1%) rispetto all’anno precedente. Rispetto al 2007, anno di inizio della crisi, la somma inviata in patria da ciascun cittadino straniero si e’ ridotta mediamente di 800 euro.