Gerace (RC): censimento obbligatorio degli edifici e dei suoli con presenza di amianto, ordinanza del sindaco

amiantoCensimento obbligatorio degli edifici/suoli con presenza di materiali contenenti amianto”: questo l’oggetto dell’Ordinanza n. 66 emessa oggi dal Sindaco di Gerace, Giuseppe Varacalli, in qualità di responsabile della salute pubblica nel territorio comunale.

Al fine di completare il processo conoscitivo relativo alla diffusione dell’amianto nel territorio comunale e della successiva bonifica così come disposto dalla normativa in materia, l’Ordinanza in questione impone “a tutti i proprietari di immobili con coperture in lastre di cemento amianto, a tutti i proprietari di beni immobili nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto, nonché ai titolari o legali rappresentanti d’unità produttive o altro, di provvedere entro il termine perentorio di 60 giorni dalla pubblicazione” dell’ordinanza ad effettuare il censimento obbligatorio degli stessi mediante l’utilizzo dell’apposito modello disponibile presso l’Ufficio Tecnico del Comune o scaricabile dal sito internet istituzionale dell’Ente (www.comune.gerace.rc.it – sezione Notizie).

Le schede, debitamente compilate, dovranno essere spedite a mezzo raccomandata al Comune di Gerace oppure consegnate a mano al Protocollo Generale dell’Ente entro e non oltre il suddetto termine. Per la mancata presentazione della scheda di autonotifica, ai sensi della normativa vigente, è prevista una sanzione amministrativa variabile da 2.582,29 a 5.164,57 Euro.

Tutte le schede pervenute saranno trasmesse dal Comune di Gerace all’A.S.P. di Reggio Calabria – Distretto della Locride per il prosieguo dell’iter di competenza.

Per chiarimenti o ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al R.U.P. Geom. Giuseppe Garreffa presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Gerace (tel. 0964356243 int. 3), nei giorni feriali dalle ore 9 alle ore 12:30.

«L’altissima pericolosità dei materiali contenenti amianto – afferma il Sindaco Varacalli – impone ai proprietari di edifici o suoli dove sono presenti, così come all’Amministrazione Comunale, di dare attuazione a tutte le disposizioni di legge in materia, obbedendo tanto al senso civico quanto al più generico buon senso che pongono la salute personale, propria e altrui, e quella pubblica in cima ai diritti fondamentali da garantire e proteggere».