Furgone per detenuti si ribalta sull’A3: “situazione drammatica”

incidente“La situazione in Calabria e’ sempre piu’ drammatica, a causa della carenza di risorse, di mezzi e uomini, ma anche dell’abbandono in cui versa il personale di polizia penitenziaria”. Lo affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, e Damiano Bellucci, segretario nazionale, facendo riferimento all’incidente stradale in cui e’ rimasto coinvolto un furgone della polizia penitenziaria, con il ferimento di quattro agenti. “A Rossano, per esempio, ci hanno riferito – aggiungono – che ieri mancavano 21 agenti e tre di quelli in servizio sono stati costretti a fare doppio turno, dalle 8 alle 20, e altri sono stati richiamati dalle ferie. Tutto questo a causa dell’inadeguatezza gestionale del vertice della polizia penitenziaria. I servizi non funzionano e nessuno prende provvedimenti adeguati. Riteniamo sia giunto il momento di procedere all’avvicendamento di chi esercita il comando, per l’inadeguatezza dimostrata. Le cose non vanno meglio a Cosenza, dove chi comanda ha assunto una carica sindacale e, pertanto, svolge attivita” sindacale, nonostante cio’ non sia consentito da una disposizione contrattuale. Ad Arghilla’ non e” stato ancora individuato un comandante di reparto, nonostante l’istituto sia aperto da tempo. A Palmi il personale deve fruire delle ferie dal 2007, con circa diecimila giornate arretrate e nessuno fa niente per sanare tale situazione”. “Per ultimo – conclude il Sappe – c’e’ stata la chiusura del carcere di Lamezia Terme, una scelta assolutamente inadeguata”.