Francavilla Marittima (CS): sequestrati 16 cani tenuti in condizioni precarie

caneDurante un’operazione del Corpo Forestale dello Stato per reprimere i reati a danno degli animali, sedici cani sono stati posti sotto sequestro e un uomo di Francavilla Marittima (Cosenza) e’ stato deferito all’autorita’ giudiziaria per “detenzione incompatibile alle loro caratteristiche etologiche”. Questo è stato il risultato di una attivita’ finalizzata a prevenire e reprimere i reati a danno degli animali svolta dal Corpo Forestale dello Stato sul territorio cosentino. In particolare – spiega una nota – sono stati eseguiti diversi controlli nei comuni di Cerchiara di Calabria e Corigliano che hanno visto impegnati i referenti provinciali del Nirda (Nucleo Investigativo per i Reati a Danno degli Animali specializzato in tale attivita’) ed i Comandi Stazione di Cerchiara di Calabria e Corigliano Calabro. In seguito a tali controlli, in contrada Silva nel comune di Francavilla, sono stati rinvenuti sedici cani all’interno di una superficie agricola tenuti in condizioni precarie. Gli animali si trovavano in ricoveri di fortuna ricavati con fusti in ferro e con ciotole utilizzate come abbeveratoio arrugginite, sporche e infestate da alghe. Alcuni di questi cani, probabilmente a causa della scarsa nutrizione, sono risultati sottopeso ai controlli effettuati dal personale veterinario del Distretto Sanitario di Trebisacce intervenuto sul posto su richiesta del Corpo Forestale. I cani erano legati con limitate possibilita’ di movimento attraverso catene fuori norma ancorate a paletti di ferro posti nel terreno. Infatti erano presenti formazioni cosiddette a “compasso” con marcature del terreno circolari fatte dagli animali con il loro movimento obbligato. E’ apparso subito chiaro al personale intervenuto al controllo lo stato di “detenzione incompatibile” dei cani con le loro caratteristiche etologiche. Informato il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Castrovillari, si e’ proceduto al sequestro penale e al trasferimento degli animali presso una struttura idonea per la custodia.