Cultura, la Regione Calabria istituisce il comitato scientifico sui 500 anni della nascita del cardinale Guglielmo Sirleto

Guglielmo SirletoGuglielmo Sirleto e’ stato un protagonista della Chiesa nel Cinquecento e quindi della storia universale“. Con queste parole – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – l’Assessore alla Cultura Mario Caligiuri ha comunicato la costituzione del Comitato scientifico internazionale per celebrare i 500 anni dalla nascita di Guglielmo Sirleto da parte della Regione Calabria. Nato nel 1514 a Guardavalle, Sirleto, venne nominato cardinale nel 1565 e per  la sua cultura (tra l’altro, conosceva alla perfezione il greco e l’ebraico), venne nominato custode della Biblioteca Apostolica Vaticana, dove oggi sono custoditi i suoi manoscritti e la sua corrispondenza. San Carlo Borromeo fu suo allievo. Vescovo di San Marco e di Squillace, fece parte della Congregazione dell’Indice, dove esaminò i testi in contrasto con la Tradizione. Durante l’anno verranno avviate una serie di iniziative, a cominciare dal Salone del Libro di Torino del prossimo maggio dove la figura del principe della Chiesa verrà illustrata sotto vari aspetti. Le celebrazioni e l’istituzione del comitato sono state avviate con una delibera della Giunta Regionale del febbraio scorso. Il Comitato ha come Presidente Benedetto Clausi, Professore associato di Letteratura cristiana antica dell’Università della Calabria. Gli altri componenti sono: Bernard Ardura (Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche), Santo Lucà (Professore Ordinario di Paleografia greca dell’Università di Roma Tor Vergata); Giorgio Leone (Storico dell’Arte e Direttore della Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Corsini di Roma); Pietro De Leo (Professore emerito di storia medioevale dell’Università della Calabria, medaglia d’oro per la cultura della Repubblica Italiana); Ulderico Nisticò (Già docente di Italiano, Latino e Greco, dirigente scolastico incaricato del Liceo Coreutico Musicale di Satriano, Storico); Vincenzo Bertolone (Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace); Angelo Comito (Parroco, Docente di Sociologia dell’Università per Stranieri di Reggio Calabria); Domenico Teti (Avvocato, Professore, Primo Notaro del Tribunale della Sacra Rota Romana); Elisa Vermiglio (Docente di Storia Medievale dell’Università per Stranieri di Reggio Calabria). L’Assessore Caligiuri provvederà ad insediare il Comitato.