Crisi in Ucraina, Putin: “Spero di non dover usare la forza”

OFFENSIVA KIEV CONTRO FILORUSSI, BLINDATI VANNO CON INSORTII partecipanti all’incontro di Ginevra tra Usa, Russia, Ue e Ucraina hanno firmato un documento per uscire dalla crisi ucraina. Russia, Usa, Ue invitano tutte le parti in Ucraina ad astenersi dalla violenza: lo ha riferito il capo della diplomazia russa Serghiei Lavrov. “Non abbiamo alcun desiderio di inviare truppe in Ucraina”: ha assicurato il ministro degli Esteri russo, che ha escluso anche rafforzamenti del contingente militare russo in Crimea.
”Tutte le parti coinvolte nella crisi ucraina si sono dette d’accordo sul fare dei passi avanti per ridurre la violenza”. Lo ha detto il Segretario di Stato Usa, John Kerry, al termine del vertice a 4 di Ginevra.

Obama invia aiuti militari a Kiev ‘non letali’ – Il Presidente americano Barack Obama ha appena approvato l’invio di aiuti militari in Ucraina ”non letali”, cioe’ elmetti, materassini da campo, sistemi di purificazione d’acqua, tende e medicine da destinare all’esercito di Kiev.

Putin, Kiev porta Paese verso abisso – “Le autorità ucraine portano il Paese verso l’abisso”: lo ha detto Putin aprendo la sua tradizionale linea diretta con il Paese. L’uso della forza contro il popolo nell’Ucraina dell’est è “un altro gravissimo crimine” delle autorità di Kiev, ha affermato Putin. “Spero tanto di non dove usare il diritto concessomi dal parlamento di impiegare la forza in Ucraina, spero tanto che la situazione possa essere risolta con mezzi politico-diplomatici”.

Per Putin è “assolutamente irreale” che l’Europa possa ridurre drasticamente la forniture di gas russo perché il suo fabbisogno è del 30%-35%, con punte del 90% in Finlandia e del 60%-70% in altri Paesi. Ha concluso il leader del Cremlino nella sua linea diretta con il Paese.

Barroso a Putin su gas, evitare sospensione – L’eventuale interruzione della fornitura del gas all’Ucraina da parte di Gazprom è “causa di seria preoccupazione, poichè comporta il pericolo di un interruzione del servizio nell’Ue ed altri Paesi partner”, così il presidente della Commissione Barroso in una lettera a Putin, a cui chiede “di trattenersi dall’adottare tali misure”.

Timoshenko chiede stato emergenza ad est – Iulia Timoshenko chiede l’introduzione dello stato d’emergenza nell’Ucraina dell’est per consentire alle forze armate di intervenire senza restrizioni contro i ribelli filorussi che hanno occupato molti edifici amministrativi. Lo riferisce Interfax. Ciò comporterebbe il rinvio delle presidenziali del 25 maggio, dove è candidata.

E almeno tre persone sono morte e 13 sono rimaste ferite nel corso di scontri armati tra le forze di polizia ucraine e quelle dei filorussi scoppiati ieri sera e proseguiti nella notte a Mariupol, nella regione ucraina orientale di Donetsk. Lo ha reso noto su Facebook il ministro degli Interni di Kiev Arsene Avakov.