Nuovo Centro Destra: Lupi si candida alle Europee, verso gruppi con l’Udc, nuovi arrivi da Forza Italia

Nuovo-centrodestra-tondo-senza-nomeIl Nuovo Centrodesra di Angelino Alfano candida il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi alle prossime europee, si apprende a margine dell’assemblea costituente che ha eletto Alano presidente. Non ci sarebbe invece fra i candidati l’ex governatore della Lombardia, Roberto Formigoni. Quanto al presidente della Calabria, Giuseppe Scopelliti che potrebbe, come ha gia’ annunciato, dimettersi in vista della prossima tornata elettorale (e lo farebbe gia’ nei primi giorni della prossima settimana, portando allo scioglimento del Consiglio regionale, in cui siedono 12 rappresentanti Ncd, e alle elezioni della regione entro 90 giorni), non e’ ancora detto se correra’ per l’Europa. Intanto si va verso la costituzione dei gruppi parlamentari con l’Udc di Pier Ferdinando Casini: sia al Senato sia alla Camera si pensa di chiudere prima del 25 maggio. Per il presidente dei senatori, si apprende ancora, si pensa a Renato Schifani. Anche perche’ l’attuale capogruppo, visto il divieto di doppi incarichi previsto nello Statuto del nuovo partito, ha gia’ la presidenza della commissione Lavoro. A Montecitorio Nunzia de Girolamo, ex ministro dell’Agricoltura, manterrebbe il suo ruolo di presidente dei deputati. A questo fermento si aggiungerebbe l’arrivo da Forza Italia del portavoce storico di Silvio Berlusconi, Paolo Bonaiuti, che trovera’, per dirla con le parole usate in questi giorni da Schifani e dal responsabile nazionale Riforme dello Stato Ncd, Paolo Naccarato, porte ‘non aperte ma apertissime’, vista la stima di cui gode. Con lui dalle fila di FI sarebbero in arrivo altri 5-6 senatori. Non sara’ in ‘pista’ il leader Ncd, e ministro dell’Interno, Alfano. Per la scelta di Schifani a capogruppo a palazzo Madama, si fa considerare che l’attuale presidente dei senatori Ncd, Maurizio Sacconi, con il nuovo Statuto che prevede il divieto di doppi incarichi istituzionali, e’ gia’ alla guida della commissione Lavoro, dove arriveranno provvedimenti che rappresentano cavalli di battaglia per Ncd, compreso il ‘delicato’ compito di esaminare il dl lavoro del ministro Poletti. Provvedimento su cui e’ alta l’attenzione di Ncd affinche’ non venga annacquato, come ha ribadito oggi Alfano. Sicura viene data la conferma dell’ex ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello quale punto di riferimento del partito, nel ruolo di coordinatore nazionale. Designazione che verra’ ratificata nella prossima Assemblea Ncd. A poche ore dalla chiusura delle liste per le Europee, che vanno depositate gia’ martedi’ prossimo, resta ancora non sciolto il nodo dell’alleanza con i Popolari di Mario Mauro.