Castorina (Pd): “le correzioni adottate al testo del 416-ter sono un messaggio importante per le nuove generazioni impegnate in politica”

nino castorina“Dopo due decenni con le correzioni adottate al testo del 416-ter del Codice Penale  sul voto di scambio politico-mafioso oggi abbiamo messo un punto fermo sulla linea del Partito Democratico nella lotta alla criminalità organizzata specie rispetto alla connessione tra politica e mafia”. Lo afferma  Antonino Castorina Segreteria nazionale Giovani Democratici – responsabile nazionale esteri, legalità ed enti locali.

“Seguendo quello che aveva suggerito il pool di Palermo nella stagione stragista si è riusciti a rendere irrilevante la dazione di denaro per far valere  il reato di voto di scambio evidenziando una doppia valenza e sul piano politico che su quello della giustizia punendo quindi anche solo la promessa di voti per denaro o altre utilità”.

“Quanto risultato -continua Castorina – è un messaggio importante per tutte le nuove generazioni che si avvicinano alla politica e che lo fanno con la passione e la voglia di cambiare le cose nel rispetto delle regole”.

“Raggiunto questo risultato sarebbe ora importante rivedere la legge sullo scioglimento dei comuni per mafia tracciando in modo netto la differenziazione tra le responsabilità individuali di un singolo amministratore da quelle collettive di giunta e consiglio e pensando ad un fondo di sviluppo per facilitare la riabilitazione di importanti realtà che successivamente alla scure del commissariamento per mafia manifestano difficoltà evidenti nel processo di ripristino della normalità” conclude Castorina.