Calabria: la regione ha effettuato pagamenti per 353 milioni di euro

calabria1Pagamenti per un totale di circa 353 milioni di euro – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – sono stati effettuati nel corso della settimana dalla Ragioneria Generale della Regione Calabria, lo rende noto l’assessore al Bilancio e alla Programmazione nazionale e comunitaria Giacomo Mancini. La parte più cospicua dell’importo, circa 332 milioni, viene destinata al comparto sanitario. Si tratta della liquidazione alle Aziende Ospedaliere e Sanitarie calabresi della quota del Fondo Sanitario Regionale relativo al mese di marzo. Nel dettaglio, vengono versati all’Asp di Cosenza 73.772.589 euro; all’Asp di Crotone 20.022.783 euro; 35.393.686 euro all’Asp di Catanzaro; all’Asp di Vibo Valentia 16.052.315 e 51.542.586 euro all’Asp di Reggio Calabria. All’Azienda Ospedaliera di Cosenza vengono pagati 13.683.025 euro, 12.190.535 all’Ao di Catanzaro; 4.029.993all’Ao Mater Domini di Catanzaro; 11.826.320 all’Ao di Reggio Calabria. Sempre per il Dipartimento Sanità vengono pagati 87 milioni, quale integrazione del finanziamento della spesa sanitaria per il Fondo sanitario nazionale a destinazione indistinta, relativa alla premialità 2001. Nel dettaglio, vanno all’Asp di Cosenza circa 30 milioni, all’Asp di Crotone 15.700.000 euro; all’Asp di Catanzaro circa 20,5 milioni di euro; all’Asp di Vibo Valentia 7.700.000 euro; all’Asp di Reggio Calabria circa 18 milioni.All’Ao di Cosenza circa 600 mila euro e all’Ao di Catanzaro circa 4 milioni di euro.

La Ragioneria ha poi effettuato un pagamento di 2.700.000 euro per il dipartimento Lavoro, destinati a Borse Lavoro e Apprendistato. Per il dipartimento Agricoltura sono stati liquidati circa 4.200.000 euro, di cui 3.900.000 euro all’Arssa, quale contributo ordinario che la Regione versa per il finanziamento dell’Agenzia. 3.600.000, su impulso del Dipartimento Cultura, vengono pagati a titolo di anticipazione per l’attuazione degli interventi relativi all’azione di contrasto alla dispersione scolastica.

Circa sette milioni di euro vengono pagati per il settore Lavori pubblici, di cui 5.500.000 euro sono i contributi previsti per le ristrutturazioni (edilizia sociale, legge 36). Tra gli altri, circa 240.000 euro vanno all’Aterp; al Comune di Parenti 881.000 euro; 450.000 euro al Comune di San Demetrio Corone.

Inoltre, un pagamento di 1,3 milioni di euro è stato effettuato su disposizione del Dipartimento Urbanistica e Ambiente e uno di 800.000 euro per il dipartimento Economato e Protezione civile. Con l’importo di circa 1.300.000 euro prosegue l’erogazione delle risorse a favore dei beneficiari dei finanziamenti Pisl. Nel dettaglio, 50.000 euro vengono liquidati alla Provincia di Catanzaro; 134.000 al Comune di Ardore; 160.000 al Comune di Bagnara Calabra; 24.000 al Comune di Belcastro; 50.000 al Comune di Cirò; 60.000 al Comune di Jacurso; 108.000 al Comune di Monasterace; 78.000 al Comune di Pizzo; 59.000 al Comune di San Floro; 61.000 al Comune di Sellia; 170.000 al Comune di Taurianova; 120.000 al Comune di Zumpano; 50.000 al Comune di Scilla; 74.000 al Comune di Caraffa del Bianco e infine 80.000 euro al Comune di Ferruzzano.

“Andiamo avanti con l’impegno di sempre – è il commento dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione nazionale e comunitaria Giacomo Mancini – per sostenere le famiglie, le imprese e gli enti locali della Calabria”