Calabria: chiesa e pedofilia, il commento di Donatella Marazziti e Mario Campanella

Abbiamo grandechiesa rispetto per la Chiesa e per quella calabrese e l’atto di contrizione sui casi di pedofilia che hanno riguardato pur pochi sacerdoti locali è un documento di speranza e di conforto“.

Lo affermano in una nota congiunta la prof. ssa Donatella Marazziti psichiatra dell’ Università di Pisa e il giornalista Mario Campanella, presidente di Peter Pan Onlus e coautore insieme a Maria Rita Parsi del libro ‘Maladolescenza quello che i figli non dicono’, Piemme edizioni.
C’è però un passaggio del documento episcopale che va chiarito-dicono Marazziti e Campanella– ed è quello dell’accertamento prudente della verità“.
“Un richiamo doveroso- continua la nota– che però spetta alla Magistratura. Ai Vescovi anche grazie alle giuste modifiche apportate al codice dal Papa emerito Benedetto Xvi , corre l’obbligo di infornare la magistratura competente in caso di notitia criminis. L’incipit bellissimo del documento dei Vescovi con la citazione delle parole di Gesù –conclude il comunicato – ha come conseguenza la centralità dell’infanzia e della sua tutela che impegna tantissimi Vescovi e sacerdoti.  Per le mele marce c’è la Magistratura in cui riponiamo fiducia e a cui tutti in caso di segnalazioni hanno il dovere di rivolgersi.”