Bortolo Mutti a StrettoWeb: “finalmente è tornato il Messina, la Reggina ancora può farcela”

bortolo muttiGrande festa promozione a Messina. Una citta’ in piazza, tifosi in delirio, e giocatori al settimo cielo per aver riportato nel calcio che conta una squadra come l’ACR Messina. Tra i piu’ illustri tifosi giallorossi ce n’è uno d’eccezione, Bortolo Mutti, il mister del grande Messina in serie A.
Con piacere l’ex tecnico del Padova e’ intervenuto ai microfoni di StrettoWeb condividendo la gioia di tutto il popolo messinese.

mutti-palermoMister Mutti, Messina torna nel calcio che conta, il suo pensiero?

Era ora! Tutte le settimane, il risultato del Messina e’ il primo che vado a controllare. Sono rimasto molto legato a questa gente, alla citta’ e a tutto l’ambiente. E’ scontato dire che finalmente i giallorossi si troveranno in una categoria piu’ consona al blasone del club. Ora bisogna festeggiare e pensare anche al futuro, perche’ Messina e i suoi tifosi meritano tanto, ed io lo so.”

Grassadonia e’ uno degli artefici della promozione, lei lo ha conosciuto?

“Si ho avuto modo di conoscerlo a Salerno. E’ un ragazzo in gamba, preparato, molto educato. Sa il fatto suo e ha lavorato indubbiamente bene per riuscire ad ottenere questo grande traguardo.”

Cosa puo’ sognare Messina?

“Messina sta già sognando. Fare due promozioni in due anni non e’ roba da poco. La societa’ e’ sana e capace per poter programmare in maniera scrupolosa il futuro e lanciare nuovamente il Messina tra le grandi realta’ del calcio italiano.”

Tra i tifosi siciliani e’ scattata la voglia di sfidare l’anno prossimo i rivali della Reggina in Lega Pro, secondo lei, che ha vissuto la B, e’ davvero destinata alla retrocessione la squadra del Presidente Foti?

“Credo che il pareggio di Padova sia un risultato salutare, che fa bene agli amaranto. Pero’ e’ anche vero che Novara, Padova, Cittadella e Reggina si giocano tanto nelle ultime partite. Sinceramente la Reggina e’ secondo me messa un po’ peggio, pero’ non si puo’ mai sapere, soprattutto in Serie B. Fossi nei tifosi del Messina aspetterei….”

Giovanni Remigare