Barcellona P.G: uomo assolto dall’accusa di calunnia nei confronti di un suo ex dipendente

++ EMENDAMENTO SEVERINO, RESPONSABILITA' TOGHE INDIRETTA ++Il giudice del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, dott.ssa Celi, in accoglimento delle richieste difensive, ha assolto Carmelo La Maestra, originario di Gualtieri Sicaminò, con la formula ”perché il fatto non sussiste”. L’uomo era accusato di calunnia ai danni di un suo ex dipendente, R.F., che lo stesso La Maestra aveva denunciato e fatto arrestate in precedenza, per avere posto in essere comportamenti diretti in modo non equivoco a costringerlo a corrispondergli somme di denaro al fine di procurarsi un giusto profitto, ritenendo di vantare delle somme. L’avvocato Alessandro Oliva, difensore di La Maestra, è riuscito a dimostrare che il proprio assistito, stanco di subire danneggiamenti e minacce da parte di R.F, fu costretto a denunciare il tutto alle autorità competenti. Lo stesso avv. Oliva, nel corso della propria arringa difensiva, ha prodotto, avvalendosi di cd,  anche immagini degli incontri tra i due, con in più una sentenza di patteggiamento da parte di R.F, per esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza e minacce ai danni del La Maestra. Il Pm Lazzara aveva richiesto due anni per la Maestra. R.F, costituitosi parte civile, è stato difeso dall’avv. Maugeri.