Barcellona P.G.: lunedì Alessandra Genovese presenta il suo restauro sulla statua dell’Ecce Homo

Ecce HomoLunedì 14 aprile, alle ore 19, presso il salone del Santuario Sant’Antonio da Padova a Barcellona P.G. si terrà la conferenza di presentazione del restauro compiuto dalla giovane e talentuosa Alessandra Genovese sulla statua dell’Ecce Homo in cartapesta che, ormai da molto tempo, dimora nel convento.

La conferenza sarà scandita in tre momenti fondamentali: il primo ad intervenire sarà Fra’ Domenico Di Liberto, il quale si occuperà di tracciare i contorni della figura dell’Ecce Homo nella narrazione Biblica. Il secondo intervento sarà a cura dello storico dell’arte Andrea Italiano, che presenterà uno studio storico-artistico sull’iconografia dell’Ecce Homo. Infine, l’ultima ad intervenire sarà Alessandra Genovese, la giovane restauratrice della statua dell’Ecce Homo da tempo custodita nel Santuario di Sant’Antonio da Padova. La Genovese illustrerà il percorso artistico del restauro e le fasi di lavorazione attraverso le quali si è giunti all’opera compiuta.

Il progetto, concepito come tesi di laurea all’Accademia di Belle Arti e di Restauro Abadir di San Martino delle Scale, sotto la supervisione del  relatore, il Prof. Giuseppe Traina, ha visto impegnata la restauratrice per sei mesi in cui si sono avvicendate varie fasi di lavorazione. In un primo momento la ricerca e l’analisi filologica, tramite la quale la Genovese è giunta a collocare cronologicamente l’Ecce Homo nel primo quarto del XVIII sec; autore e luogo di provenienza risultano attualmente ignoti. In seguito, la fase di pulitura e di consolidamento, dopo le quali la restauratrice si è occupata della ricostruzione delle parti mancanti delle statua e ultimato il lavoro con le stuccature e il ritocco pittorico.

La conferenza di presentazione del restauro dell’Ecce Homo si pone simbolicamente all’inizio della Settimana Santa, momento ideale per godere appieno di una statua dal valore artistico e soprattutto spirituale così emblematico.

Alessandra Genovese, laureata cum laude nel giugno 2013 all’Accademia di Belle Arti e di Restauro ABADIR con il progetto di tesi del restauro dell’Ecce Homo in cartapesta con il Prof. Giuseppe Traina, partecipa, durante il suo percorso accademico a diversi restauri. In particolare, nel 2010 è impegnata col restauro dei pavimenti musivi e degli intonaci della Casa delle Ghirlande presso il sito archeologico di Solunto e quello degli affreschi dell’abbazia benedettina di San Martino delle Scale. L’anno successivo, il 2011, Alessandra Genovese partecipa alla catalogazione e al restauro dei pavimenti in maiolica di Palazzo San Gabriele di Palermo; del restauro di una tavola lignea policroma di Fra Felice da Sambuca. Lo stesso anno la restauratrice è impegnata con il restauro della cornice in pietra e di una finestra collocata nel chiostro dell’abbazia di San Martino delle Scale. E ancora, si occupa del restauro della cornice lignea policroma del monastero benedettino di San Giuliano di Geraci Siculo e, infine, del dipinto su tela raffigurante la IX stazione della via crucis. Dopo aver partecipato attivamente al cantiere per il restauro del Seme d’Arancia di Emilio Isgrò, situato a Barcellona P.G., attualmente Alessandra Genovese continua i suoi studi di restauro a Roma con i Prof. Paolo Pastorello e Carla Gianturco.