AISLA RC, Francesca Genovese eletta consigliere nazionale

Maurizio Casadidio02Una grande soddisfazione per la sezione reggina è l’elezione della dott.ssa Francesca Genovese nel consiglio direttivo nazionale dell’Aisla (associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica).

All’unanimità nel corso dell’Assemblea nazionale dei soci, che quest’anno Reggio Calabria ha avuto l’onore di ospitare, è stato riconfermato Presidente per il triennio 2014 – 2016, Massimo Mauro, ex calciatore del Catanzaro e della Juventus, legato da un profondo affetto per la Calabria proprio per aver iniziato la sua carriera calcistica con i colori della città natale.

L’AISLA e il calcio: un rapporto segnato non solo da un Presidente ex calciatore, ma anche dalla partecipazione dell’associazione ad un progetto, nato da un’idea di Radio italia in collaborazione con la band dei Negramaro, la cui ultima canzone “Un amore così grande” sarà la colonna sonora delle partite della Nazionale italiana ai prossimi mondiali di calcio in brasile, i cui proventi saranno devoluti interamente all’AISLAaisla

E le note di “Un amore così grande” hanno accompagnato lo svolgersi dei lavori, che hanno visto la partecipazione di moltissimi malati e familiari provenienti da tutta Italia. Dalla Lombardia, alla Sardegna, alla Sicilia oltre 120 rappresentanti delle sezioni nazionali sono giunti in Calabria per confrontarsi con la grande famiglia AISLA; maggiore assistenza ai malati e alle famiglie, la collaborazione con le Istituzioni, il supporto alla ricerca scientifica, l’attività di sensibilizzazione e la formazione saranno le priorità per il prossimo triennio.

Ma il momento di maggiore partecipazione è stato soprattutto l’approfondimento scientifico, tenuto dal prof. Mario Sabatelli (Presidente Commissione Medico Scientifica di Aisla e responsabile Centro Sla Policlinico Gemelli di Roma), il quale di recente con il suo team di ricercatori ha scoperto un nuovo gene, denominato Matrin3 e localizzato sul cromosoma 5, il quale sarebbe la principale causa della SLA- Morbo di Lou Gehrig; a seguire le relazioni del dr. Christian Lunetta (Medical Director di Aisla e neurologo del Centro Clinico Nemo di Milano), del dr. Mario Melazzini (Presidente AriSLA) e delle dr.sse Gabriella Rossi e Sonia Messina (rispettivamente psicologa del Centro Clinico Nemo di Milano e del Centro Clinico Nemo Sud di Messina). aisla1

Questi giorni trascorsi in Calabria hanno, dunque, infuso una piccola speranza nei malati e nei familiari presenti, che quotidianamente si trovano a combattere da soli contro la malattia e la burocrazia.

E proprio la lotta alla burocrazia, sin dalla nascita della sezione reggina, è stata una delle battaglie portate avanti della vicepresidente Francesca Genovese e dal marito Maurizio Casadidio, scomparso solo qualche mese fa proprio per la SLA; l’elezione della Genovese rappresenta, dunque, il giusto riconoscimento per una Donna, che nonostante la “stronza” le abbia portato via il proprio compagno di vita, non ha mai abbandonato gli altri guerrieri calabresi e che sicuramente da oggi metterà a disposizione dei malati di tutta Italia la propria forza, grinta, esperienza e voglia di lottare.