fbpx

Scopelliti a San Luca: “stiamo cambiando la Calabria con la cultura, è una rivoluzione” [FOTO]

/

1920471_694598780563567_1547293867_nE’ proprio da San Luca, che intendiamo lanciare un chiaro messaggio di speranza al resto della Calabria e d’Italia, perché con la cultura e la scuola stiamo costruendo una regione migliore ed oggi ho visto tanto entusiasmo. Credo, che il cammino intrapreso sia molto importante, l’incontro dei bambini con il Presidente della Repubblica e con Papa Francesco, sono segnali importanti che vanno rafforzati attraverso le buone azioni sul territorio, in grado di incoraggiare e supportare le nostre comunità. Noi calabresi, dobbiamo superare le divisioni dimostrando la capacità di fare squadra. Solo in questo modo, potremo disegnare e costruire il nostro futuro, chi viene da fuori può accompagnarci e sostenerci ma solo noi stessi possiamo costruire il futuro. Per la Calabria si sta aprendo una nuova stagione, avendo posto tutte le premesse per la valorizzazione dei bronzi di Riace, la rinascita di Sibari e la riscoperta dell’antica Kroton, accanto a innumerevoli altre iniziative culturali che stanno animando tutti i territori della Calabria. La Regione, tra l’altro, seguendo il brillante suggerimento del dott. Nicola Gratteri, ha stanziato 7 milioni per attività pomeridiane in favore degli studenti, proprio perché vogliamo che i nostri laboratori scolastici siano al passo con i tempi, forniscano nuovi strumenti di crescita ai ragazzi e rafforzino in loro i principi di legalità. Noi, continuiamo a sognare di cambiare la Calabria e le grandi rivoluzioni si ottengono passo dopo passo, attraverso azioni in grado di trasmettere speranza a intere comunità“: queste le parole del Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti oggi all’inaugurazione dell’esposizione “San Luca per San Luca. Mattia Preti in Aspromonte” presso un immobile confiscato alla ‘ndrangheta in località Giardino nel comune di San Luca, che e’ stato inaugurato per l’occasione e che e’ dedicato ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.