San Ferdinando (Rc), tre arresti per reati contro la persona ed il patrimonio (FOTO e DETTAGLI)

imagesIn data odierna, i Carabinieri della Stazione di San Ferdinando, coordinati dalla Compagnia Carabinieri di Gioia Tauro, e su disposizione della Procura Ordinaria di Palmi (Dott.ssa Giulia MASCI), hanno eseguito tre ordinanze di applicazione di misura cautelare (arresti domiciliari ed obbligo di presentazione alla P.G.) nei confronti di MAZZOTTA Angela cl.’64, CORICA Benito Salvatore cl.’78 e LOMBARDO Michele cl.’74, tutti di Taurianova e tutti pregiudicati per reati contro la persona ed il patrimonio.
A seguito di articolata attività di indagine, che ha preso le mosse da un sinistro stradale avvenuto nel gennaio del 2012 a Taurianova, si è accertato che gli odierni indagati si sonoimage resi responsabili di diversi episodi estorsivi consumati nei confronti di un avvocato di San Ferdinando e di alcuni suoi clienti, in relazione ad un risarcimento di danni riguardante l’anzidetto sinistro stradale.
Nella fattispecie, la Mazzotta, vantando forti e consolidati legami familiari con la nota ‘ndrina dei “MAMMOLITI” di Castellace di Oppido Mamertina (RC), con la collaborazione del compagno Lombardo e con la connivenza ed il fattivo supporto del Corica, nell’estate del 2012 inducevano il legale ed i relativi clienti a consegnare loro una somma in danaro di circa 5.000,00 euro, in maniera indebita ed a seguito di numerose e gravi minacce sfociate anche in gravissime intimidazione alla loro incolumità fisica.
I destinatari del provvedimento alle prime luci dell’alba sono stati sorpresi in Taurianova, presso il loro domicilio e, subito dopo delle accurate perquisizioni, sono stati sottoposti alle rispettive misure cautelari.
L’odierna operazione, condotta in maniera esemplare dai Carabinieri della Stazione di San Ferdinando sotto l’egida della Procura di Palmi, è l’ennesima risposta dello Stato che tende a creare un concreto argine nei confronti di un reato odioso e quanto mai attuale, come quello delle estorsioni, operazione che rimarca l’importanza della denuncia da parte dei soggetti sottoposti ad estorsione.image 2