fbpx

San Ferdinando (Rc), il Pd dice “no” alla chiusura dello sportello Carime

imagesI Deputati del Partito Democratico Ernesto Magorno, Stefania Covello, Vincenza Bruno Bossio, Bruno Censore, Demetrio Battaglia, Nicodemo Oliverio, Nicola Stumpo, Alfredo D’Attorre, annunciano la presentazione di una interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno, al Ministro dello Sviluppo economico e al Ministro dell’Economia e Finanze riguardo alla decisione del Gruppo Ubi- Carime di chiudere , nell’ambito del proprio piano industriale, lo sportello bancario del Comune di San Ferdinando (RC). I parlamentari calabresi chiedono: ”Quali iniziative urgenti, nell’ambito delle proprie competenze, intenda assumere il Governo nei confronti del Gruppo UBI-Carime, al fine di mantenere aperto lo sportello di San Ferdinando (RC) e di rivalutare scelte che non sono esclusivamente aziendali ma interessano i cittadini proprio perche’ rischiano di avere un impatto devastante per il tessuto sociale e economico dell’intero territorio”. Nel testo dell’interrogazione si spiega come ”la chiusura di sportelli bancari e’ un fenomeno a livello nazionale, ma l’incidenza sul Mezzogiorno di tali processi assume una dirompenza sociale ed economica molto rilevante, determinando, inevitabilmente, conseguenze negative per la qualita’ della vita. La suddetta decisione penalizza e impoverisce ulteriormente un comprensorio, dove esiste un tessuto economico vivo e in forte crescita, composto da piccole e medie imprese legate alle attivita’ dei trasporti e dello shipping. Il Gruppo Carime ha operato una scelta discriminatoria e iniqua che ostacola lo sviluppo del territorio”.