fbpx

Reggio, al via la II Edizione della Festa del Mediterraneo: Università, Europa, giustizia, lavoro i temi cardine

conf_stampaRun (1)Si è svolta presso la sede del Consiglio Degli Studenti dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, nel cuore della cittadella universitaria una conferenza stampa indetta dalla Rete Universitaria Nazionale e l’Associazione Atena Mediterranea per presentare la II Edizione della Festa del Mediterraneo.

L’appuntamento nazionale che coinvolgerà studenti provenienti da tutti gli atenei d’Italia si svolgerà nella suggestiva cornice di  Melia di Scilla presso la struttura alberghiera del Villaggio del Pino e si svilupperà in una tre giorni di confronto e discussione sul tema delle Riforme nel nostro paese.

A presentare l’evento Francesco Laganà Consigliere di Amministrazione della Mediterranea, Antonio Modafferi della Direzione Nazionale della Run, Rocco Bevacqua Rappresentante Ardis della Mediterranea, Chiara Marafioti del coordinamento provinciale della Run e Antonio Sgroi Vice Presidente dell’Associazione Atena.

L’appuntamento avrà inizio venerdì 14 Marzo e si concluderà domenica mattina con la presentazione di un documento di idee che verranno elaborate con tutte le rappresentanze studentesche provenienti dai vari atenei d’Italia e che saranno consegnate nelle mani di Roberto Reggi, Sottosegretario di Stato all’Istruzione che venerdì stesso sarà presente a Melia di Scilla per un dibattito confronto con tutti  gli studenti accorsi da tutta Italia.

All’appuntamento che avrà la prestigiosa figura di Melania Salazar quale Responsabile Scientifica dell’intero meeting  si confronteranno tra i più importanti rappresentati del mondo delle istituzioni locali e nazionali e dell’Università.

Durante la  tre giorni di formazione e confronto si discuterà di Europa, Giustizia, Lavoro ma soprattutto di Università.

A moderare i vari dibattiti saranno presenti le prestigiose firme di Tommaso Labate del Corriere della Sera e Gregorio Corigliano del Corriere della Calabria.

Prenderanno parte ai vari incontri  che hanno già registrato il pienone tra le varie presenze accreditate  previste dagli atenei della Calabria e dal resto del paese  Pino Arlacchi, Mario Pirillo, Walter Tocci, Enza Bruno Bossio , Fausto Raciti , Danilo Leva, Pinone Morabito, Eduardo Lamberti Castronuovo, Giacomo Mancini, Domenico Nicolò, Francesco Manganaro , Katya Malara oltre altri vari rappresentati del mondo delle istituzioni e dell’Università.

Antonino Castorina – tra gli organizzatori dell’appuntamento – esprime reale soddisfazione rispetto a come la Rete Universitaria Nazionale in Calabria per il secondo anno ospita e promuove un appuntamento di formazione di portata nazionale ma soprattutto un momento di ragionamento volto a caratterizzare  con la rappresentanza studentesca e le varie associazioni le scelte di governo sul tema dell’istruzione e della ricerca.

La tre giorni di  formazione – afferma  Vincenzo Franco nelle sue vesti di Presidente dell’Associazione Atena-  ripercorre il lavoro che con i movimenti studenteschi stiamo conducendo da anni per un sistema del sapere pubblico e di qualità e si candida a fare breccia  nella  compagine di governo nazionale per  migliorare lo stato delle cose.

E’ Francesco Laganà – Consigliere di Amministrazione della Mediterranea – a concludere la conferenza stampa esprimendo  viva soddisfazione per le innumerevoli adesioni ricevute e ringraziando il lavoro meticoloso che da un mese a questa parte ha svolto l’associazione per la realizzazione di questo importante appuntamento.

Laganà  – si è voluto soffermare nei ringraziamenti partendo dal  sostegno reale e la stima verso il  Rettore della Mediterranea  Prof. Pasquale Catanoso,  sempre disponibile con la comunità studentesca, il dott. Eduardo Lamberti Castronuovo per la sua disponibilità e serietà rispetto al sostegno a tutte le iniziative che come giovani impegnati nell’Università abbiamo realizzato ma soprattutto all’Avv Pinone Morabito per la sua professionalità e qualità umana ma soprattutto per il supporto che in ogni momento da a tutto il gruppo studentesco che rappresentiamo con la generosità di un padre politico che crede realmente in un ricambio generazionale fatto di qualità e competenze.