fbpx

Messina: a rischio chiusura l’Ufficio di Frontiera?

poliziaLa spending review proposta dal nuovo governo prevede dei tagli al settore della difesa. Tra i provvedimenti, sarebbe prevista anche la chiusura dell’ Ufficio di Frontiera di Messina, il cui compito è controllare tutte le imbarcazioni ed i relativi passeggeri che approdano nel porto della città dello Stretto.

La SIULP, Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia, esprime un parere fortemente negativo sulla possibile chiusura di tale presidio.

“Quando approda una nave nel porto di Messina – scrive la SIULP – nessun passeggero può sbarcare senza che il personale di frontiera abbia proceduto al controllo dei documenti d’identità; rilascia il visto di visita per la città per il personale di bordo sprovvisto di titolo per soggiornare nel territorio nazionale o visti di transito” per i marittimi sbarcati per fine contratto o cure mediche. Inoltre è opportuno ricordare che dal porto di Messina vi sono passeggeri che imbarcano ed ai quali vanno accuratamente controllati i documenti.”

Qualora la chiusura dell’Ufficio di Frontiera fosse confermato – tuona ancora il sindacato – i disagi sarebbero solo a scapito dei turisti. Attualmente, infatti, l’ufficio è collocato logisticamente fronte Porto- Via Vittorio Emanuele, quindi, per qualsiasi emergenza, imprevisto o quant’altro, sia la squadra di frontiera che opera i controlli che il singolo utente è estremamente agevolato nel raggiungere l’ufficio ed abbattere i tempi della soluzione del problema creatosi, senza dover girovagare per la città tra la Questura e la Caserma di P.S. N.Calipari”.