Categoria: NEWSNOTIZIE DALL'ITALIA

Imprenditore ucciso: la lite per un loculo

C’e’ un fermo per l’omicidio di Gennaro Finizio, l’imprenditore trovato ucciso la scorsa notte nella sua auto al cimitero di Poggioreale, a Napoli, col cranio fracassato. Si tratta di Ciro Attanasio: interrogato in questura, l’uomo ha confessato le proprie responsabilità. C’e’ un contrasto sorto per la mancata realizzazione di un loculo al cimitero, alla base del raptus omicida che ha portato alla morte di Gennaro Finizio, l’imprenditore trovato morto nella sua auto con il cranio fracassato tra le cappelle del cimitero napoletano di Poggioreale.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della squadra Mobile di Napoli e dai colleghi del commissariato di Poggioreale, tutto sarebbe nato da quel loculo per cui Finizio aveva già versato la relativa somma di denaro e dal timore dell’omicida, Ciro Attanasio, di essere denunciato a causa dell’impossibilità di restituire quanto ricevuto. Il decreto di fermo è stato emesso dopo che Attanasio ha ammesso di aver ucciso l’imprenditore, che era attivo nel commercio della carta da parati.