fbpx

Giordano: “Non dimentichiamo i lavoratori precari di Patto Calabria Sicura”

imagesNell’ambito dei lavoratori precari della nostra regione si muovono come fantasmi non riconosciuti dalle istituzioni nazionali e regionali i soggetti che negli anni scorsi sono stati validamente impegnati nel progetto regionale Patto Calabria Sicura . Il consigliere regionale Giuseppe Giordano ritorna ancora una volta sulla problematica che interessa circa 120 lavoratori che a suo tempo sono stati inseriti all’interno degli uffici giudiziari fornendo un supporto qualitativo nel campo della informatizzazione dei servizi. Ebbene, sottolinea Giordano, completato il progetto, i lavoratori si trovano in uno stato di disoccupazione senza alcuna tutela e, cosa ancor più grave, esclusi da ogni percorso di reinserimento , di formazione o di perfezionamento nonostante il bagaglio professionale acquisito. Sul punto, evidenzia il consigliere regionale, una mozione da me presentata in consiglio e approvata con la quale si impegnava il governo regionale affinchè fossero assunte le iniziative opportune sulla tematica ,non ha sortito alcun effetto benché gli uffici giudiziari abbiano diverse volte sottolineato l’importanza di tali figure professionali e lo stesso assessore regionale al ramo, on.le Salerno, abbia mostrato ampia disponibilità a farsi carico del problema. In ultimo segnalo, ricorda Giordano, l’interrogazione recente del deputato Micaela Campana che ha rivolto una interrogazione ai diversi ministri competenti perché si intervenga per ripristinare una condizione di parità tra lavoratori precari e per rispondere a dei soggetti che hanno inciso positivamente sul funzionamento degli uffici giudiziari calabresi. Da qui, conclude Giordano, la necessità che l’Assessore Salerno, sino ad ora sensibile a tale tematica, individui un percorso progettuale e finanziario che possa offrire una risposta a dei lavoratori che nel più vasto ambito dell’universo della precarietà sono condannati all’oblio.