fbpx

Condanna Scopelliti, il Pd: “fallimento del centro/destra, elezioni entro giugno”

palazzo campanellaIl Partito Democratico chiede elezioni in tempi brevi, “entro giugno”, alla Regione Calabria dopo le dimissioni annunciate ieri dal presidente Giuseppe Scopelliti. Il gruppo, presieduto da Sandro Principe, si e’ riunito questa mattina a Lamezia Terme. I consiglieri democratici hanno elaborato un documento di sintesi dell’incontro, approvato all’unanimita’, in cui e’ scritto che “da piu’ mesi il gruppo del pd, in seno al consiglio regionale della Calabria, ha chiesto a GiuseppeScopelliti di rassegnare le dimissioni da Presidente della Giunta regionale”.  “La nostra richiesta – si legge – e’ stata sempre motivata da ragioni squisitamente politiche, poiche’ il Governo Scopelliti non e’ riuscito a dare risposte e trovare soluzioni alle problematiche che affliggono tutti i settori di competenza dell’istituzione regionale. Scopelliti, dopo la pronuncia del Tribunale di Reggio Calabria, ha affermato che si dimettera’ martedi’ 1* aprile. Le dimissioni di Scopelliti certificano, ovviamente, la morte della legislatura. Il fallimento del modo di amministrare del centrodestra dunque, – scrivono i consiglieri del Pd – e’ evidente in regione cosi’ come nelle grandi realta’ urbane quali Reggio Calabria e Catanzaro”. Il Gruppo del PD lunedi’ incontrera’ gli altri gruppi di minoranza in seno al Consiglio regionale “per porre in essere insieme tutte le iniziative necessarie affinche’ entro il mese di giugno si svolgano le elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale, per dare alla Calabria un nuovo governo in grado di affrontare la grave situazione sociale ed economica della nostra terra”. I democratici proporranno, inoltre, ai colleghi di minoranza “di sollecitare i partiti ed i movimenti che si richiamano al centrosinistra a costituire una grande alleanza democratica per l’alternativa in Calabria, elaborando un programma politico-programmatico per una nuova regione leggera, apprezzata ed efficiente. Parimenti – si sottolinea – e’ convinzione dei democratici che tutti i consiglieri di minoranza debbano chiedere ai partiti ed ai movimenti che si richiamano al centrosinistra di attivare i meccanismi democratici per la scelta del candidato Presidente, che dovra’ guidare la coalizione”.