fbpx

Castrovillari, la XV stagione teatrale comunale svela il cartellone del filo rosso con le compagnie locali

imagesIl Teatro della Sirena e l’associazione culturale Chimera di Castrovillari insieme a L’Allegra Ribalta di Morano Calabro sono le tre compagnie locali che arricchiranno il cartellone della XV Stagione Teatrale Comunale di Castrovillari, in programma al Protoconvento francescano dal 13 febbraio al 30 aprile 2014. Gli spettacoli che porteranno in scena al Sybaris sono “Parmidìe – cunti della Terra” (Teatro della Sirena), “Tango nuovo – storia di un’emigrazione calabrese” (Chimera) e “’A Nanassa” (L’Allegra Ribalta). Sono solo tre le compagnie selezionate anziché cinque (tre delle quali dovevano essere castrovillaresi) come previsto in origine dalla manifestazione di interesse indetta dal comune di Castrovillari. “In effetti, fra tutte le domande pervenute, la commissione, guidata dal dott. Luigi Troccoli, aveva individuato i cinque spettacoli da inserire nel cartellone. – spiega Giuseppe Gallo, che ha curato il progetto artistico della stagione – Ciò nonostante il numero delle compagnie locali che arricchirà il cartellone della XV Stagione Teatrale è fissato a tre, perché c’è stato il ritiro della proposta artistica della compagnia che andava a completare il trittico di quelle castrovillaresi. Infine, la quinta opzione, uno spettacolo blues, che Troccoli stesso ha rimesso alla valutazione dell’amministrazione, è stata ritenuta non confacente alla nostra idea di stagione solo teatrale”. Ricordiamo che il cartellone della stagione teatrale è articolato in due sezioni: la prima con protagoniste sette compagnie individuate nel circuito nazionale e una seconda in cui sono inserite le tre compagnie locali selezionate. Un cartellone con dieci spettacoli qualitativamente interessanti, e forte di un percorso artistico vivace, a più voci, emblema di una cultura che spazia a 360° dove “Il teatro è visto come luogo di aggregazione importante dove potersi ritrovare fra i molteplici linguaggi artistici della nostra epoca, – concetto questo più volte rimarcato dagli organizzatori – e dove non esistono confini tra antico e moderno, colto e popolare”. Dopo il debutto dei primi tre spettacoli, contraddistinto da un’ottima partecipazione di pubblico, la rassegna entra nel clou, domenica 16 marzo, con la “Medea di Euripide” dell’Areté Ensemble. Spettacolo vincitore del bando di Residenza Offx3 dello SpazioOff di Trento e finalista del bando Vd’A – Voci dell’anima 2011.