fbpx

Sicilia: opportunità nell’agricoltura con la Banca della Terra di Sicilia

arsL’ Ars ha votato l’istituzione della Banca della Terra di Sicilia lo scorso 10 Gennaio, voto atteso dai chi aspira ad aprire una nuova impresa agricola in Sicilia e che finora ha dovuto rinunciare per l‘impossibilità di trovare terreni a buon mercato.

La Banca della Terra di Sicilia può essere considerato lo strumento attuativo in base a quanto previsto dalla Legge 4 agosto 1978, n. 440 (G.U. n. 227 del 16/08/1978) “Norme per l’utilizzazione delle terre incolte, abbandonate o insufficientemente coltivate” e dall’art. 4 – quinquies (Affitto di beni agricoli di proprietà dello Stato e degli enti pubblici) del D.L. Luglio 2009 n°78, convertito in legge il 3 agosto 2009 n°102 nel quale si legge testualmente che “al fine di favorire il ricambio generazionale e lo sviluppo dell’imprenditorialità agricola giovanile anche attraverso interventi di ricomposizione fondiaria l’Agenzia del demanio, d’intesa con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, individua i beni liberi di proprietà dello Stato aventi destinazione agricola non utilizzabili per altri fini istituzionali, che possono essere ceduti in affitto. L’Agenzia del Demanio cede in affitto tali beni a giovani imprenditori agricoli [omissis…]. Gli enti pubblici statali possono cedere in affitto beni aventi destinazione agricola di cui siano proprietari, previa autorizzazione dell’amministrazione vigilante. Anche le regioni possono impiegare con le modalità di cui al presente articolo i beni di loro proprietà aventi destinazione agricola”.

L’articolo riportato definisce le linee di intervento di questo nuovo importante strumento. Si tratterà quindi di un albo in cui verranno iscritti tutti i terreni di proprietà pubblica e/o privata incolti e/o abbandonati, nonché al fine di favorire il ricambio generazionale nel comparto agricolo al fine di rafforzare le opportunità occupazionali e di reddito delle aree rurali.

Il governo regionale ha 60 giorni per approvare, su proposta dell’assessorato all’Agricoltura, il regolamento che definisce i canoni concessori nonché le modalità e le procedure per la concessione dei beni inseriti nella Banca della Terra di Sicilia a favore di imprenditori agricoli e giovani, che intendano in forma singola o associata valorizzarli attraverso progetti di sviluppo innovativi, anche di carattere sociale.