fbpx

Serie B, Novara-Reggina 1-0: beffa al Piola dopo 96 minuti di dominio amaranto

Gerardi Maicon RegginaDopo 4 risultati utili consecutivi la Reggina subisce la prima sconfitta del girone di ritorno e della gestione GagliardiZanin: una sconfitta che sa di beffa per quella che sicuramente è stata la gara di queste ultime 5 giocata meglio dalla squadra amaranto, che ha dominato sul campo dall’inizio alla fine e avrebbe meritato non solo il pareggio ma anche la vittoria. Al 20° minuto la Reggina aveva trovato il vantaggio meritato con Di Michele su assist regolare di Maicon, ma il guardalinee si inventa un fuorigioco clamoroso (il capitano era almeno un metro dietro rispetto alla linea del pallone) e la rete viene annullata.
1966949_666081870100814_455955806_nSicuramente molto rammarico c’è anche per come sia sfumata un’occasione che poteva essere concretizzata già prima dallo stesso Maicon che anzichè servire Di Michele (più defilato), avrebbe potuto (o meglio, dovuto… vedi immagine accanto) tirare direttamente in porta lì solo davanti al portiere. Dopo quest’episodio sono i padroni di casa a passare in vantaggio con Sansovini al 28° minuto sugli sviluppi di un calcio d’angolo, i difensori amaranto sbagliano modi e tempi di uscire fuori dall’area e su sponda di Rubino l’attaccante dei piemontesi traficce Pigliacelli trovandosi solo davanti al portiere amaranto. Da quel momento in campo si vede solo la Reggina, che reagisce con rabbia e sfiora in più occasioni il pareggio con Maicon, Foglio e Sbaffo prima della fine della prima frazione di gioco. Nel secondo tempo quello della Reggina diventa un vero e proprio assedio. Gagliardi e Zanin mandano in campo Gerardi, Dumitru e Fischnaller al posto di Maicon, Barillà e Ipsa. Gli amaranto rischiano il tutto per tutto con i pericolosi contropiede del Novara sventati dal solito grande Pigliacelli con la complicità, in un’occasione, della traversa su tiro a colpo sicuro del solito Sansovini. Tra gli amaranto, però, Di Michele è molto vivace (il migliore insieme a Sbaffo) e sfiora un grandissimo gol al 15° minuto quando Kosicky compie una vera e propria prodezza all’incrocio dei pali. Al 37° la Reggina riesce a trovare il pareggio con Gerardi su assist di Di Michele, ma il guardalinee alza ancora una volta la bandierina e il gol viene annullato per un fuorigioco che, se c’è, è millimetrico. Al 46° Fischnaller mette in mezzo per Di Michele ma i difensori ospiti si salvano in extremis spedendo il pallone in corner. Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del match che per la Reggina è un risveglio amaro: complici gli altri risultati e la vittoria del Bari sul Pescara, adesso la salvezza è nuovamente lontana.

I risultati della 26^ giornata di serie B:

Crotone-Brescia 1-0 (giocata ieri)
Bari-Pescara 1-0
Carpi-Cesena 1-2
Juve Stabia-Cittadella 1-1
Lanciano-Latina 0-0
Novara-Reggina 1-0
Padova-Empoli 0-1
Ternana-Siena 2-2
Trapani-Modena 2-0
Varese-Avellino 1-1
Palermo-Spezia alle ore 18.00

La nuova classifica:

Palermo 46 *
Empoli 45
Cesena 42
Trapani 41
Lanciano 41
Avellino 40
Latina 39
Crotone 39
Spezia 38 *
Brescia 37
Carpi 35 *
Siena 35
Pescara 34
Varese 33
Modena 32
Ternana 31
Bari 29
Novara 27
Cittadella 22
Reggina 22
Padova 21 *
Juve Stabia 15

Penalizzazioni: Siena -7, Bari -3.
Palermo, Spezia, Carpi e Padova una gara da recuperare.