fbpx

Scopelliti: “Quella della sanità è la partita più difficile in Calabria”

Forum con Giuseppe Scopelliti, governatore della Calabria“Quella della sanità è la partita più difficile in Calabria. Il centrosinistra ha scoperto che la vicenda del commissario può essere la tomba su se stessa. Ora il disavanzo è sotto la soglia di copertura che la regione può realizzare” ha spiegato il presidente durante il Forum. “Se ora i conti ci danno ragione – ha osservato Scopelliti durante il forum dell’ANSA – stiamo avviando contestualmente una fase nuova di buona sanità che segnerà un punto di svolta. I lavoratori e i medici precari grazie allo sblocco del turnover potranno lavorare nelle nostre strutture e molti altri professionisti potranno far ritorno in Calabria per operare – ha concluso – nelle nostre strutture”.

“Il problema vero dello sviluppo della Calabria è quello delle infrastrutture: porti, aeroporti, ferrovie e strade. Il costo per un possibile miglioramento si aggira intorno a 5 miliardi, che sono essenziali per legare il Sud al resto dell’Italia” ha ricordato Scopelliti. “Io punto a pochi settori di sviluppo – ha chiarito il governatore parlando di risorse provenienti dall’Ue – e abbiamo la necessità, com’è accaduto con gli ultimi governi, di sviluppare naturalmente l’Occupazione. Su questo fronte intendiamo utilizzare l’80% del Fondo sociale europeo (Fse) e quindi completare quel circuito a cui stiamo lavorando e che riguarda anche il turismo, che è una vera opportunità per milioni di visitatori e per l’economia della mia regione. Quando nel 2010 sono stato eletto gli impegni di spesa – ha proseguito parlando del grado di utilizzo della Calabria dei fondi Ue – non superavano il 22%; oggi questo dato è assai superiore e nel complesso stiamo lavorando a progetti il cui costo ammonta a circa 3650 milioni di euro”.