Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Regione Calabria, Imbalzano: “Presentata una mozione a favore dei lungomari della locride”

Tags: regione calabria

“La drammatica situazione venutasi a creare dopo le violenti mareggiate dei primi di dicembre nonché dei giorni scorsi lungo l’intera costa ionica, con particolare riferimento ai lungomari di Siderno, Roccella, Condofuri e San Lorenzo, impone interventi urgenti e indifferibili per scongiurare ulteriori, irreparabili danni sia alle strutture turistiche dei Comprensori Locridei e dell’Area Grecanica che alle abitazioni civili”.

E’ quanto afferma il Presidente della II Commissione “Bilancio, Attività Produttive e Fondi Comunitari” del Consiglio Regionale Candeloro Imbalzano.

“Devo dare atto all’Assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Gentile, di un grande impegno perché, con grande tempestività e sensibilità, sta portando avanti da tempo una vera offensiva contro l’erosione costiera, mobilitando uffici e ingenti risorse. Non a caso, ai primi di gennaio, aveva già messo in campo 2,5 milioni di euro per scongiurare una seconda Sibari, a favore del tratto tra Punta Stilo e la foce del torrente Torbido, ed altrettante risorse per la fascia tra Brancaleone e Bova Marina. I relativi bandi sono in fase di pubblicazione”, continua Candeloro Imbalzano.

“Stante la delicatissima situazione venutasi a creare sui lungomari di diversi centri jonici, ed in particolare per quelli di Siderno, Marina di Gioiosa, Roccella,Caulonia, Monasterace, Condofuri, e San Lorenzo, necessita reperire urgentemente ulteriori risorse per far fronte alle gravi criticità che stanno mettendo a rischio sia gli stabilimenti balneari, con relative strutture ricettive adiacenti, che la stessa salvaguardia di abitazioni e persone”, aggiunge il Presidente Imbalzano.

“Per questi motivi, e su queste delicatissime questioni, abbiamo ritenuto di dovere presentare una MOZIONE sulla delicata problematica per impegnare, alla prima seduta utile, urgentemente la Giunta ed il Consiglio Regionale, per il ripristino urgente dello stato dei luoghi, ormai devastati da queste violente mareggiate”, conclude l’On.le Imbalzano.