Categoria: CALABRIANEWS

Regione Calabria, conclusione lavori quarta commissione

Tags: regione calabria

La quarta Commissione consiliare, ‘Assetto, utilizzazione del territorio, protezione dell’Ambiente’, presieduta dal consigliere Gianluca Gallo, ha espresso parere positivo ad un documento di iniziativa della Giunta regionale in relazione alle politiche del paesaggio in Calabria. Nel corso dei lavori, sono stati auditi i rappresentanti del coordinamento dell’acqua pubblica ‘Bruno Arcudi’ e del dipartimento Lavori Pubblici della Giunta regionale su una proposta di legge della Giunta regionale che ridisegna il servizio idrico integrato. Ma la seduta è stata particolarmente dedicata ai temi dell’Ambiente e del trattamento dei rifiuti.
Il presidente Gianluca Gallo, in una dichiarazione a conclusione dei lavori, ha affermato che “l’organismo si è inoltre occupato di questioni ambientali, audendo, in particolare, sulle varie emergenze discariche, i sindaci e gli amministratori di Rossano, Bianco e Borgia. Tutto ciò, ahimè, in assenza del rappresentante del dipartimento Ambiente della Giunta regionale, che non ha inteso delegare nessuno ad ascoltare ed ,eventualmente, controbattere le argomentazioni dei rappresentanti dei territori. Dò atto al Dipartimento Ambiente di svolgere finalmente un’azione di programmazione nel settore, ma in alcune circostanze, come nel caso della discarica di Bucita di Rossano, appare necessario interagire con le comunità interessate ed eventualmente, se del caso, modificare il tiro. Ad esempio, per Bucita è stata ribadita una netta volontà contraria alla utilizzazione del sito per lo stoccaggio dei rifiuti provenienti dalla provincia di Cosenza, da stivare, poi sulle navi in partenza dal porto Corigliano. E questa volontà noi giriamo al dipartimento ancora una volta, in attesa che il tavolo tecnico scaturito dall’ordine del giorno votato in Consiglio regionale e presentato dal collega Caputo e dal sottoscritto quali primi firmatari, possa mettere la parola fine alla vicenda. Per il futuro, mi auguro che la quarta Commissione, che ho l’onore di presiedere, e che è sempre stata corretta e disponibile istituzionalmente con l’assessorato, e mai ha agitato strumentalmente questioni di natura ambientale, semmai, cercando, eventualmente, di evitare contraccolpi negativi ed incomprensioni, ma ribadisce la richiesta di attenzione che merita da parte dell’assessorato con la presenza di almeno un suo rappresentante alle sedute convocate”.