fbpx

Reggio, trovato l’accordo per gli ex Multiservizi: stop alla protesta

MultiserviziE’ stato siglato un accordo tra la commissione straordinaria del Comune di Reggio Calabria e le sigle sindacali in rappresentanza dei lavoratori ex Multiservizi riguardante le quote relative agli ammortizzatori sociali che andranno in pagamento nella prossima settimana per i 270 elementi della società miste del Comune. E’ quanto emerso oggi dall’incontro avvenuto nel primo pomeriggio a Palazzo San Giorgio, che ha fatto seguito al precedente svoltosi in Prefettura. Erano presenti il coordinatore della commissione Gaetano Chiusolo, il vice prefetto Giuseppe Castaldo e il segretario generale dell’Ente, Piero Emilio. Nel corso del confronto il prefetto Chiusolo ha ribadito il massimo impegno, gia’ manifestato nei giorni scorsi, fissando, al contempo, il successivo appuntamento, necessario all’organizzazione dei lavori propedeutici alla calendarizzazione esecutiva degli stessi, per mercoledi’ prossimo. “Ci tengo a ribadire – ha dichiarato Chiusoloche la commissione ha a cuore la sorte dei dipendenti exMultiservizi, motivo per il quale intendiamo imprimere una forte accelerazione al ritmo dei lavori, tenendo sempre presenti le condizioni di fattibilita’ economica legate alla risoluzione della vicenda“.

ReggioMUltiservizi01LA SODDISFAZIONE DELLA CGIL:Fondamentale il ruolo che le OO.SS. hanno giocato in una partita lunga e complessa avuta al tavolo di confronto istituzionale prima in Prefettura e poi a Palazzo San Giorgio; mentre i lavoratori, sia quelli sul campanile della sede comunale sia in Piazza Italia, attendevano con ansia e con assoluta responsabilità le informazioni riguardanti il proprio futuro. Le OO.SS., dopo aver ottenuto dal Prefetto l’impegno a farsi garante del rispetto dei tempi, già mercoledì prossimo si incontreranno nuovamente con la terna commissariale per avere le risposte in merito al crono-programma delle attività “finalizzate all’affidamento dei servizi in house providing, attraverso la società strumentale Sati e la costituzione di una nuova società in house”. Sempre mercoledì verrà sottoscritto un protocollo tra il Comune reggino e la Regione Calabria per la proroga degli ammortizzatori sociali, garantendo in questo modo nella fase di avvio delle società un sostegno al reddito dei lavoratori. Risultati importanti che hanno comportato la scelta da parte dei lavoratori di scendere dal campanile di Palazzo San Giorgio e ai manifestanti in piazza di sciogliere il presidio. Si è conclusa così in modo distensivo per i lavoratori la terza giornata di mobilitazione e di lotta per quella che le OO.SS. e i lavoratori intendono come una “pausa”, rimanendo impegnati, attenti e vigili che quanto oggi sottoscritto e gli impegni assunti vengano realizzati senza ulteriori ripensamenti, con l’obiettivo volto a garantire alla mano pubblica servizi così essenziali per la vita della città”.