fbpx

Reggio, impegno della Provincia per l’inserimento lavorativo delle madri in difficoltà

imagesMercoledi mattina una rappresentanza del comitato madri in difficoltà ha incontrato il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa, insieme all’assessore Edoardo Lamberti Castronuovo e alla dirigente alle politiche sociali Amelia Laura Crucitti. Ad accompagnare le donne, non poteva mancare una rappresentanza della costituenda rete madri in difficoltà: Mario Nasone, presidente del Centro Comunitario Agape, Luciano Squillaci, presidente del Forum del Terzo Settore e Francesca Mallamaci, della Comunità Accoglienza dell’Arcidiocesi Reggio-Bova. L’incontro è stato molto proficuo, in quanto la Provincia si è resa disponibile a fare la propria parte per la realizzazione di una rete interistituzionale in grado di dare risposte concrete a quelle che sono le richieste di aiuto provenienti da una fascia di popolazione profondamente penalizzata, quella delle madri sole con figli minori a carico. L’esigenza prioritaria delle donne, che si sono già rivolte allo sportello per madri in difficoltà, è quella di avere una propria indipendenza economica e, quindi, un lavoro. È proprio su questo fronte che la Provincia ha assunto degli impegni ben precisi. Primo fra tutti, quello di dare inizio ad uno start up per la costituzione di una cooperativa, per l’esplicazione di diversi tipi di servizi, per cui c’è stata la disponibilità a dare in appalto degli immobili per il servizio pulizia. E ancora usufruire dell’opportunità delle borse lavoro e di accedere ad un corso di formazione per assistenza familiare, il cui bando sarà reso pubblico a breve. L’incontro è stato propedeutico alla firma del protocollo d’intesa, che si dovrebbe stipulare a giorni tra le associazioni, il Comune di Reggio, Regione e Provincia. Il Centro comunitario agape si augura che anche da parte della Regione Calabria ci sia la stessa disponibilità. A breve, infatti, ci sarà un incontro con l’assessore al lavoro e alle politiche sociali Nazzareno Salerno.