fbpx

Reggio: domani alla Provincia un dibattito promosso dall’associazione Dialogo civile “Quale futuro per Reggio”

quale_futuo_per_reggio_locandinaNon vi è dubbio che la nostra è una città da ricostruire. La città va rilanciata sul piano urbanistico territoriale e sul piano sociale, ma, ovviamente, bisognerà dapprima mettere mano alla ricostruzione economico-finanziaria. Ma la principale e la più importante ricostruzione alla quale va dedicato il nostro prossimo futuro è quella del tessuto sociale, della convivenza civile e del dialogo”.

Nasce proprio da questa considerazione, come spiega Enzo Cuzzola dell’associazione Dialogo civile, l’iniziativa “Quale futuro per Reggio”: un incontro-dibattito sulle problematiche territoriali al fine di sollecitare un’azione condivisa e comune per il ripristino del tessuto sociale e di una città vivibile. La tavola rotonda, cui è invitata la cittadinanza, è prevista per domani (venerdì 28 febbraio) presso la sala biblioteca della Provincia con inizio alle ore 16.00.

Insomma, come spiega ancora Cuzzola “A prescindere da colpe e responsabilità, morali, politiche e penali, per ciascuna delle quali siamo convinti esista un tribunale, riteniamo indispensabile che le forze politiche locali valutino una “sorta” di “patto di desistenza”, concentrandosi sulla scelta di candidati che, provenienti, dalle fila del mondo lavorativo, professionale, imprenditoriale, artistico, culturale, sociale, vogliano impegnarsi in questa ardua impresa della Ricostruzione.
Ma prima dei candidati – continua l’esponente di Dialogo civile – occorre definire il “Progetto per Reggio”, alla definizione del quale sarebbe auspicabile che tutte le forze politiche deleghino alcuni loro rappresentanti . Si potrebbero così smussare distanze, odi, rancori, si potrebbe così proporre una idea comune di città vivibile, che è quello che, in fondo, interessa al cittadino. Come gli interessa capire chi veramente sta dalla parte della città e questa sarebbe una ottima opportunità per dimostrarlo, concretamente”.

Ed ecco l’idea forte dell’associazione per la rinascita di Reggio Calabria, che sarà lanciata nel corso del dibattito pubblico, come preannuncia lo stesso Cuzzola: “Il nostro Movimento lancerà un appello ed aprirà un tavolo politico-tecnico permanente di confronto sulle problematiche e sul progetto per rilanciare Reggio”.

Alla tavola rotonda, moderata dalla giornalista Emilia Condarelli, interverranno, oltre Enzo Cuzzola, Bruno Amaddeo ed Elisa Cristiano, quindi sono previsti gli interventi del pubblico ed il dibattito conclusivo.