fbpx

Punti nascite: Milazzo idoneo, Barcellona no. È il verdetto dei NAS

L'ospedale Fogliani di Milazzo L'ospedale Fogliani di Milazzo
L'ospedale Fogliani di Milazzo

L’ospedale Fogliani di Milazzo

Solo il punto nascite di Milazzo, e non quello di Barcellonaassicura le condizioni minime previste dalla norma“. È quanto emerge dalla relazione depositata a Tribunale Amministrativo Regionale di Catania dai NAS, Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dei Carabinieri, che nei giorni scorsi hanno effettuato un’ispezione nei due nosocomi della provincia di Messina.

Nella struttura di Barcellona si riscontrano “carenza dei requisiti strutturali, impiantistici ed organizzativi, nonché dell’assenza di collegamenti formalizzati con i servizi necessari“, ed inoltre “le deviazioni riscontrate possono costituire situazioni di rischio per i pazienti e per gli operatori“.

“Esulta” l’ex commissario straordinario dell’Asp Messina Manlio Magistri, deposto direttamente dal governatore Crocetta per questa e altre decisioni giudicate inidonee. Magistri, in una nota, ribadisce che la relazione dimostra come tutte le decisioni da lui prese, inclusa la chiusura del punto nascite dell’ospedale di Barcellona, siano state prese al fine esclusivo della salute dei pazienti.

Vengono così smentite le sterili polemiche campanilistiche sollevate pretestuosamente dall’Amministrazione Comunale di Barcellona che non hanno fatto altro che ritardare l’importante processo di riorganizzazione e ristrutturazione dell’ospedale“, sottolinea Magistri. L’ex commissario ha a sua volta presentato ricorso al TAR contro la sua deposizione. L’udienza è fissata per il 27 febbraio.