fbpx

‘Ndrangheta, San Luca (RC): indagati l’ex vicesindaco e l’ex responsabile dell’area tecnica del Comune

san lucaCi sono anche l’ex vicesindaco di San Luca Salvatore Strangio, l’ex responsabile dell’area tecnica Francescantonio Basile e il membro della direzione lavori di diversi appalti banditi dal Comune di San Luca nell’indagine che questa mattina ha portato all’esecuzione di undici misure cautelari (un dodicesimo soggetto e’ ricercato). I fatti si riferiscono a un periodo temporale che va dal 2005 al 2009. I colletti bianchi, insieme agli esponenti delle cosche di San Luca, avrebbero posto in essere “atti di illecita concorrenza sleale volti al controllo o comunque al condizionamento dell’aggiudicazione e dell’esecuzione dei piu’ rilevanti e remunerativi appalti pubblici banditi dal Comune di San Luca”. Secondo la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, sul territorio vi sarebbe stata una spartizione dei lavori tra le cosche di ‘ndrangheta. Gia’ nell’operazione “Metano a San Luca” erano emersi gli interessi della criminalita’ negli appalti pubblici, in quel caso in modo particolare nella metanizzazione del comune aspromontano. Gli indagati in totale sono diciassette.