fbpx

Messina e il Carnevale: i bambini colorano l’isola pedonale e la città si illumina [FOTO]

/

1920174_465008996961232_1960637793_nUna città sorridente, colorata, felice. Messina dovrebbe essere tutti i giorni come oggi. Se non capite di cosa parlo, fatevi un giro per l’isola pedonale di Piazza Cairoli. Una moltitudine di bambini e famiglie hanno affollato la zona, per l’inizio dell’Isola di Carnevale, l’iniziativa della Giunta Accorinti che ha riportato questa festività per le strade della città. Ed è davvero un bel vedere, e basta guardare le foto, perché sembra tutt’altra Messina rispetto a quella che si vede tutti i giorni.

Le iniziative, tra oggi e il 4 marzo, saranno molteplici. Vi rimandiamo all’articolo pubblicato ieri per tutti i dettagli. Ci limitiamo qui a citare le più interessanti a nostro avviso: “La Scuola in Strada”, laboratorio di travestimento e trucco a cura della prof.ssa Buttà e Crupi; “Compra un regalo per i bambini meno fortunati”, chiunque vorrà potrà infatti acquistare un regalo e lasciarlo presso uno degli esercizi commerciali dell’isola Cairoli che aderiscono all’iniziativa, regalo che verrà poi ritirato da alcune associazioni caritatevoli che si occupano di minori in difficoltà; il “Percorso per Maschere Golose” nel corso del quale i commercianti dell’isola offriranno dolci a tutti i bambini in maschera che entreranno nei negozi.

Perché è importante questa iniziativa? Innanzitutto perché finalmente si torna a respirare per Messina un’atmosfera gioiosa e adatta ai più piccoli. E poi perché dimostra ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, la bontà e la riuscita del progetto dell’Isola Pedonale. Come avevamo avuto modo di dirvi qualche giorno fa, l’isola pedonale funziona, anche se ci sono dei denigratori che la ritengono una scelta inutile ed anzi dannosa al traffico veicolare. Sarà, ma chi vi scrive ha avuto modo di muoversi per Messina con l’auto nei giorni scorsi, e proprio nelle strade attorno a Piazza Cairoli non ha trovato una congestione stradale diversa da prima dell’istituzione dell’isola.

C’è una città che ha voglia di sollevarsi da quel 91° posto (su 107) nella classifica di vivibilità stilata dal Sole24Ore, che ha visto le province del Meridione occupare stabilmente tutte le ultime posizioni della graduatoria. Ci si rialza anche con queste piccole iniziative a costo zero, si crea una città più bella anche così. E bisognerebbe per un momento mettere da parte certi atteggiamenti da “vecchia Repubblica”, certo campanilismo “di partito”, che vede una fetta della città storcere il naso ad ogni iniziativa di Renato Accorinti. Siamo tutti sulla stessa barca, fidiamoci del comandante – che di certo non è di quelli che si gettano in mare al primo pericolo – e remiamo tutti insieme.