fbpx

Messina, Gioveni sull’assunzione dei vigili urbani: “perchè dall’Amministrazione Accorinti questo silenzio assordante?”

Libero GioveniIl 13 dicembre scorso il consigliere comunale Libero Gioveni aveva presentato una interrogazione a risposta scritta al Sindaco Accorinti, al Segretario Generale Le Donne, agli assessori al personale Mantineo e alla mobilità urbana Cacciola e al Comandante della Polizia Municipale per chiedere se ci fossero le condizioni giuridiche per riassumere a tempo determinato i 20 vigili urbani dell’ultimo concorso a seguito della CIRCOLARE emessa il 21 novembre 2013 dal Dipartimento nazionale della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, interpretativa del decreto legge 31 agosto 2013 n. 101 convertito dalla Legge 30 ottobre 2013 n. 125 e recante “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni”, ma a distanza di 2 mesi ancora tutto tace!

Gioveni ricorda che nonostante di recente sia giunto anche un parere del Ministero dell’Interno contrario all’assunzione essendo cessati gli effetti dell’OPCM n. 3669/2008 sull’emergenza traffico, era poi arrivata, senz’altro come CHIARIFICATRICE, la circolare in questione, facendo essa espresso riferimento alla possibilità di poter assumere soltanto i 20 agenti che hanno già prestato servizio, lasciando fuori invece i 12 idonei.

Infatti, se da un lato – spiega il consigliere – nel 1° capoverso del punto 2 della circolare si chiarisce che “per prevenire fenomeni di precariato le amministrazioni pubbliche sottoscrivono contratti a tempo determinato con i vincitori e gli idonei delle proprie graduatorie vigenti per concorsi pubblici a tempo indeterminato (e quindi, nella fattispecie, non sarebbe apparentemente il caso dei 20 agenti che hanno partecipato invece a un concorso per l’assunzione a tempo determinato), dall’altro invece, nel 6° capoverso dello stesso punto 2 della circolare, si esplicita chiaramente e in grassetto che “pur mancando una disposizione transitoria nel decreto legge, per ovvie ragioni di tutela delle posizioni dei vincitori di concorso a tempo determinato, le relative graduatorie vigenti possono essere utilizzate solo a favore di tali vincitori, rimanendo precluso lo scorrimento per gli idonei.”

Da ciò ne deriverebbeprosegue l’esponente Udcche, fermo restando la copertura finanziaria necessaria all’eventuale assunzione a tempo determinato (e i fondi dell’ecopass, unitamente ai proventi dell’art. 208 del codice della strada, così come deliberato dal Consiglio Comunale il primo ottobre scorso, la garantirebbero senz’altro), sarebbe giuridicamente possibile assumere (anzi “riassumere”) a tempo determinato almeno i soli 20 agenti, lasciando purtroppo fuori (per legge) i 12 idonei!

Pertanto Gioveni, stigmatizzando questo inspiegabile silenzio dell’Amministrazione nonostante l’urgente necessità che il fin troppo decimato Corpo di Polizia Municipale venga numericamente rinforzato a fronte delle tante emergenze viarie in cui si trova coinvolta la città di Messina, preannuncia che, alla perdurante inottemperanza di quanto per iscritto richiesto, presenterà formale diffida all’Amministrazione portando a conoscenza dell’accaduto l’assessorato regionale agli enti locali per gli opportuni provvedimenti.