fbpx

Messina: Gioveni e i guasti della rete idrica ‘Utilizziamo la condotta dell’Alcantara’

gioveniDopo l’ennesimo guasto alla condotta Fiumefreddo, che porta l’acqua fino alla città di Messina, si ripropone l’urgente necessità di avviare concretamente il percorso politico-amministrativo fra Amministrazione, Amam e Regione per avere un’altra preziosa alternativa idrica in città attingendo dalla condotta dell’Alcantara.

E’ quanto sostiene il consigliere comunale Libero Gioveni in una nota.

” (…) proprio perché si continuano a registrare sempre più disservizi idrici in parecchie zone cittadine – dice il consigliereoccorre trovare delle soluzioni alternative a quelle attuali per non rischiare di trovarsi ad affrontare sempre impreparati una non certo improbabile emergenza idrica in città, specialmente nelle stagioni invernali dove, appunto, il rischio frane è senz’altro più elevato.

La soluzione, quindi –spiega Gioveni – non può che essere rappresentata dalla preziosa condotta dell’Alcantara per la quale però “Siciliacque”, concessionario della sua gestione, ha stabilito una tariffa troppo alta per l’Amam (69 cent. al metro cubo), che quindi è costretta a rinunciare!”

Si pensi – afferma Gioveni – che l’acqua dell’Alcantara giunge fino Giampilieri perdendosi, però, vergognosamente nel vuoto!”