fbpx

Messina: emergenza bare al Gran Camposanto (FOTO)

/

libero gioveniIl consigliere comunale Libero Gioveni denuncia una nuova, preoccupante ed insostenibile condizione igienico-sanitaria presente all’interno del deposito del Gran Camposanto, dove adesso ben più di 700 salme accatastate rendono il luogo certamente indecoroso.

Come è noto, la prolungata permanenza dei nostri defunti all’interno del deposito non rappresenta certamente una novità visto che le eterne attese per la loro definitiva tumulazione sono sempre state negli anni una storica prerogativa del Dipartimento Cimiteri; ma mai come adesso – spiega Gioveni, che sabato ha effettuato un sopralluogo scattando delle foto inequivocabili che testimoniano un’allarmante situazione –  il luogo si presenta così stracolmo, “spettrale” e indecoroso, ed è per questo che l’Amministrazione deve immediatamente intervenire.

Non può che risultare “agghiacciante”, tuttavia – prosegue indignato l’esponente Udc – vedere i corpi dei nostri defunti addirittura bloccare l’uscio di una porta comunicante fra due stanzoni oppure centinaia di bare sparse per terra a formare una sorta di “tappeto” con i visitatori costretti quasi a fare lo “slalom” per poter raggiungere i propri cari scomparsi o, peggio ancora, a guardarli a distanza per l’impossibilità di arrivarci; insomma, si tratta di un’autentica emergenza igienico-sanitaria (oltre che morale!!!) a cui non si può più procrastinare!

Alla luce di tutto ciò, Gioveni proporrà al Consiglio Comunale di Messina di rivedere il vigente Regolamento nelle procedure per l’assegnazione dei loculi e chiederà la convocazione urgente dell’assessore ai cimiteri Ialacqua affinché intervenga per ridare decoro al deposito del cimitero monumentale.