fbpx

Maltempo, la Regione si impegna per il lungomare di Siderno devastato dalle mareggiate

mareggiata“L’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio Regionale della Mozione da me presentata all’indomani delle devastanti mareggiate che si sono abbattute all’inizio del mese sull’intera costa jonica reggina, provocando gravissimi danni sui litorali dell’Area Grecanica e soprattutto sul Comprensorio della Locride, cancellando, tra l’altro, il Lungomare di Siderno, è un ulteriore segno di forte attenzione della Regione verso un’area già storicamente marginalizzata”.

E’ quanto afferma il Presidente della Commissione “Bilancio, Attività Produttive e Fondi Comunitari” del Consiglio Regionale, Candeloro Imbalzano, che già nelle ore successive agli eventi calamitosi aveva accompagnato il Sottosegretario alla Protezione Civile Dima e l’Autorità di Bacino Siviglia nel sistematico e capillare sopralluogo effettuato per una prima constatazione degli effetti dei marosi.

“Abbiamo ancora una volta sottolineato in Consiglio, illustrando il contenuto della Mozione, che ai danni per decine di milioni di euro subiti dalle opere pubbliche, a partire dal Lungomare di Siderno, che vanno al più presto ricostruiti, devono essere aggiunte le conseguenti nefaste subite da decine di stabilimenti balneari, i cui titolari, anche dopo gli eventi dello scorso mese di dicembre, devono a maggior ragione essere aiutati a ripristinare gli impianti, pena la loro sopravvivenza economica”, aggiunge Imbalzano.

“L’attenzione sinergica di Regione, Ministero competente e Provincia, per i resti archeologici dell’antica Kaulon, deve ora essere seguita da analoghe iniziative mirate a consentire a tutta l’imprenditoria turistica Jonica di poter attendere la prossima stagione con fondate e positive speranze”, continua Candeloro Imbalzano.

“Dopo il recepimento da parte della Giunta Regionale della nostra proposta di chiedere al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale, ci si deve muovere in una duplice direzione. Da una parte, la costituzione presso la Prefettura di Reggio di un Tavolo Tecnico-Politico Interistituzionale, per programmare con tempestività gli interventi necessari. Dall’altro, in attesa delle decisioni del Governo, ipotizzare anche il possibile dirottamento di parte delle risorse, per circa 40 milioni di euro, già destinate alle opere di difesa costiera della Regione, per affrontare le necessità strategicamente più impellenti rappresentate dai Lungomari di Siderno, Caulonia e dell’Area Grecanica”, conclude il Presidente Candeloro Imbalzano.