fbpx

Lega Pro, II^ Divisione: Messina-Aversa Normanna 4-0, poker entusiasmante dei giallorossi

qstIl Messina colleziona la seconda vittoria consecutiva al S.Filippo mettendo al tappeto per 4-0 un’Aversa Normanna timida e spaventata dall’ottima prova dei giallorossi.

LA CRONACA – Primo tempo tutto di marca giallorossa. Subito aggressivo il Messina che affronta il match con il giusto approccio affacciandosi in avanti già dai primi minuti. Buona costruzione di gioco e tante trame offensive per gli uomini di Grassadonia che si spingono in avanti ma non riescono a scardinare la difesa campana. Ci prova Bernardo di testa sul cross di Guerriera, manca la porta di un soffio. Poco più tardi arriva il vantaggio dei padroni di casa dopo un’azione insistita recupera palla sulla trequarti Bucolo che a gran falcate si dirige verso la l’area di rigore e dal vertice sinistro lascia partire un sinistro che non lascia scampo all’estremo difensore D’Agostino. Gli ultimi dieci minuti sono conditi da un monologo del Messina che più volte sfiora il secondo gol, rientrando negli spogliatoi tra gli applausi convincenti dei tifosi.

La ripresa ripropone quanto visto nell’ultima mezz’ora del primo tempo. Messina arrembante e subito proiettato in attacco, per la seconda rete passa davvero poco: è il 12’esimo quando Costa Ferreira viene atterrato in area e l’arbitro Rossi indica Rigore Corona 57'esimoinamovibile il dischetto del rigore. Dagli undici metri va Corona che non sbaglia siglando il 2-0. Gli avversari sembrano già al tappeto ma l’undici di Grassadonia ha voglia di dare il massimo e poco più tardi al 70’esimo arriva il terzo gol che porta la firma di Costa Ferreira, sempre più uomo chiave della manovra offensiva peloritana. Girandola di cambi tra i quali segnaliamo l’ottimo esordio in maglia biancoscudata di Pagliaroli che al 92’esimo lascia sul posto il diretto avversario e lancia a rete Buongiorno (subentrato al posto di Corona al 68’esimo) che deve solo insaccare di piattone destro alle spalle dell’estremo difensore campano.

Il triplice fischio dell’arbitro Rossi sancisce il poker giallorosso che riaccende l’entusiasmo dei tifosi e conferma quanto di buono visto nelle ultime gare (Aprilia, Tuttocuoio, Castel Rigone). Il Messina con questa splendida vittoria sale a quota 29 punti (due sole lunghezze dall’ottavo posto) proiettandosi al meglio per il big-match di venerdì che lo vedrà ospite del Foggia. Nettamente positiva la striscia degli uomini di Grassadonia (terza gara senza subire reti) che sembrano aver lasciato alle spalle i problemi degli scorsi mesi e adesso – grazie soprattutto agli innesti del calciomercato – riescono a produrre un gioco efficace e a tratti anche divertente.