fbpx

Dopo Instagram, Facebook compra anche WhatsApp. Il prezzo? 16 miliardi di dollari

whatsapp-540x320-1383236285Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, potrebbe presto essere considerato il re della comunicazione moderna. Facebook ha infatti annunciato ieri che è stato raggiunto l’accordo con WhatsApp, il popolarissimo servizio di messaggistica istantanea gratuita – salvo una piccola quota annuale – che sfrutta la rete internet e si trova praticamente su ogni smartphone. WhatsApp verrà acquisito per una cifra stratosferica: 16 miliardi di dollari. 

Una mossa forse a sorpresa, ma non per gli addetti ai lavori. I rumors infatti erano molto insistenti e si aspettava solo l’annuncio ufficiale da parte delle due società. Un’operazione che non dispiacerà affatto ai 55 dipendenti di WhatsApp, che beneficeranno di un pacchetto azionario di 3 miliardi di dollari se resteranno altri quattro anni dopo l’acquisizione. Il prezzo effettivo quindi sarà di 19 miliardi di dollari, incluso il primo che verrà versato in contanti per garantire la transazione.

whatsappIl co-fondatore e amministratore delegato di WhatsApp, Jan Koum, diventerà membro del consiglio di amministrazione di Facebook. Il servizio però non verrà snaturato, come ha garantito lo stesso Koum: l’acquisizione “consentirà a WhatsApp la flessibilità di crescere ed espandersi, mentre a me, Brian (Brian Acton, l’altro fondatore di WhatsApp, ndr) e il resto del team di avere più tempo per concentrarci sulla costruzione di servizi di comunicazione il più veloce, affidabile e personale possibili“.

Bastano i numeri a far capire perché Zuckerberg ha puntato senza indugi a WhatsApp. Nei primi 4 anni dal suo lancio, il servizio ha attirato 420 milioni di utenti. Per fare un paragone diretto, dopo quattro anni dal lancio, Facebook aveva solo 150 milioni di iscritti. WhatsApp vanta un milione di nuovi iscritti al giorno, un miliardo di foto caricate, 20 miliardi di messaggi di testo e 200 milioni di messaggi vocali spediti. Un volume di dati stratosferico.

Raggiante Zuckerberg: “La nostra missione è rendere il mondo più aperto e connesso. Lo facciamo per creare servizi che aiutino le persone a condividere qualsiasi tipo di contenuto con qualsiasi gruppo di persone vogliano. WhatsApp ci aiuterà a fare questo continuando a sviluppare un servizio che la gente di tutto il mondo ama usare ogni giorno“. Per il CEO di Facebook presto WhatsApp potrebbe mettere in comunicazione un miliardo di persone. Per Zuckerberg creare comunicazione sembra quasi una missione. La sua nota infatti si chiude così: “Jan e il team di WhatsApp hanno fatto un lavoro incredibile per collegare quasi mezzo miliardo di persone. Non vedo l’ora che si uniscano a Facebook per aiutarci a collegare il resto del mondo“.