fbpx

Il Comitato “Roccaforte Democratica” scrive al presidente della provincia Raffa

giuseppe-raffaDi seguito la nota diffusa dal Comitato Roccaforte Democratica Al Presidente della Provincia di Reggio Calabria dott. Giuseppe Raffa:

Caro Presidente

Il Comitato Roccaforte Democratica da diverso tempo attraverso un percorso limpido, aperto e plurale sta cercando di rivitalizzare un’intera comunità facendo un focus sui problemi che la stessa deve quotidianamente affrontare e prospettando possibili soluzioni ed interventi che una volta tornata la democrazia possono essere realizzati come obiettivo primario di un processo di partecipazione attiva.

Nei giorni scorsi in un dibattito con la comunità è stato affrontato il tema della viabilità proprio in un momento in cui la cittadinanza di Roccaforte vive una situazione molto precaria su questo aspetto. A causa delle ultime piogge infatti in un tratto della SP23 una parte della carreggiata è completamente franata e ciò  non solo risulta essere molto rischioso per chiunque attraversi il tratto suddetto ma non permette più ai trasporti pubblici di raggiungere il Paese.

Gli studenti e le loro famiglie sono costretti ogni mattina ed ogni giorno a raggiungere con i propri veicoli i mezzi pubblici ben oltre il centro abitato.

È stato sollecitato l’assessore provinciale Eduardo Lamberti Castronuovo che si è reso disponibile e che abbiamo incontrato al fine di portare nei vari livelli istituzionali la voce della nostra comunità per non rimanere nell’oblio e nella dimenticanza.

Cogliamo inoltre l’occasione per far presente all’ Amministrazione Provinciale ed al suo Ufficio Tecnico come nessuna indicazione stradale è presente nel tratto che congiunge la SS106 da Melito P.S. alla comunità di Roccaforte. Risultano infatti essere presenti nella segnaletica stradale da poco affissa i comuni di S. Lorenzo, di Bagaladi e la località di Gambarie ma risulta scomparsa la segnaletica di Roccaforte del Greco.

Crediamo sia necessario intervenire per ridare dignità a questa nostra comunità anche con questi piccoli interventi mirati ma significativi per una realtà che chiede di essere ascoltata ma soprattutto di non essere dimenticata. Facciamo questo appello conoscendo la sua vicinanza e la sua attenzione verso i centri aspromontani e non vorremmo che anche Lei non vedendolo in segnaletica si fosse dimenticato dell’esistenza di Roccaforte del Greco.

Siamo sempre disponibili ad un incontro per illustrarle meglio la situazione drammatica.