fbpx

Gioia Tauro: la Capitaneria sequestra reti da pesca illegali

guardia costieraI militari della Capitaneria di porto di Gioia Tauro, hanno sequestrato nei giorni scorsi, strumenti illegali utilizzati per la pesca di novellame.

In particolare l’attività investigativa ha portato alla luce l’utilizzo, da parte di pescatori non professionisti, di almeno quattro reti da posta, di lunghezza complessiva pari a 1500 metri , che veniva utilizzata per la pesca illecita di novellame.

La Capitaneria ha provveduto a comminare sanzioni amministrative per un importo pari a 16.000 euro, in osservanza della più stringente normativa nazionale predisposta con il decreto legislativo n. 4 del 2012 , che ha inasprito le pene pecuniarie prevedendo cifre che vanno dai 2.000 ai 12.000 euro.

La stessa normativa prevede oltre alle sanzioni amministrative, sanzioni penali in senso stretto che colpiscono chiunque catturi, detenga o commercializzi specie ittiche sotto la taglia minima stabilita secondo le direttive dell’ Unione Europea. Il servizio di pattugliamento dei litorali da parte della Capitaneria di porto, continuerà anche nel mese di marzo.