fbpx

Gennaro Calabrese “strega” l’Accademia del Tempo Libero con “L’Italia vista da mille voci”

imagesL’attore Gennaro Calabrese “strega” l’accademia del Tempo Libero e con le sue mille voci presenta uno spaccato divertente di un’Italia che, nonostante tutto, ha bisogno di ridere. Il noto comico reggino, conosciuto al grande pubblico per aver prestato la sua voce ai pupazzi del programma satirico “Gli Sgommati” di Sky Uno, di recente ha ottenuto il premio “Massimo Troisi” al festival internazionale del cinema “Mendicino Corto”, prestigiosa kermesse, giunta all’ottava edizione, che premia i migliori big del panorama nazionale dell’arte.
Prima del grande debutto del suo nuovo spettacolo “Torno a scuola” che, da aprile prossimo, toccherà tutti i teatri italiani, Calabrese ritorna nella sua città natale e in un gremito teatro “Zanotti Bianco”, per due ore, rispolvera il meglio del suo repertorio mettendo in scena un vero e proprio show dove satira e comicità hanno fatto da padroni.
Una serata di puro cabaret farcita di musica, monologhi e momenti di danza con il corpo di ballo composto dalle due straordinarie coreografe Valeria Palmacci e Licia Cricchi.
Ad essere presi di mira dal noto show man, personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, della politica, della televisione e ognuno, a modo suo, ha messo a “nudo” il nostro Bel Paese. Gennaro Calabrese tra i continui applausi del pubblico, “punzecchia” i personaggi più illustri riuscendo con una satira acuminata ma pulita, ad affrontare temi attuali e questioni scottanti senza tralasciare gli omaggi ai grandi miti della storia del cinema e della tv.
“L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è. Con lo spettacolo L’Italia vista da mille voci, faccio proprio questo: mi calo nei panni dei vari personaggi italiani, quelli che hanno fatto nel bene e nel male, parlare, costruito e anche distrutto il sistema, e in un viaggio satirico, entro nel cuore del costume italiano, nelle controversie della nostra società – afferma l’attore Calabrese – Tiro fuori i numerosi volti di un Paese, il nostro, che non ha nulla da invidiare agli altri Stati e che di sicuro, potrebbe dare molto di più, se solo tutti sapessimo fare squadra”.